Home Spettacolo

E’ morto Zombie Boy, il modello tatuato: si è suicidato a 32 anni

0
CONDIVIDI

Quando camminava per la strada non passava certo inosservato e, anche se in molti criticavano la sua scelta di vita, in tantissimi lo stimavano e seguivano la sua attività sui social. E’ morto a soli 32 anni Zombie Boy, nome d’arte di Rick Genest, modello e artista di Montreal noto per essere uno degli uomini più tatuati al mondo ma non solo; perchè i tantissimi tatuaggi che il giovane aveva iniziato a far sin dai 21 anni, lo avevano esteticamente trasformato facendolo sembrare una sorta di ‘cadavere vivente’. Il 32enne si sarebbe suicidato per cause ancora da chiarire: il modello, ha confermato la polizia canadese a Radio-Canada, è stato rinvenuto senza vita a Montreal, intorno alle 17 di mercoledì scorso, nel quartiere di Plateau-Mont Royal e la sua morte è stata classificata come suicidio. Zombie Boy si era guadagnato fama e notorietà proprio grazie ai particolari tatuaggi raffiguranti l’apparato scheletrico e muscolare umano.

Un modello da Guinnes dei Primati

Inoltre deteneva il Guinness World Record per il numero di tatuaggi di insetti sul suo corpo, ben 176 oltre che per i 139, numero più alto al mondo, tatuaggi raffiguranti ossa umane. In tantissimi lo ricordano per aver interpretato sè stesso nel videoclip Born This Way di Lady Gaga, nel 2011, che lo ha di fatto lanciato verso il successo; e proprio Lady Gaga è stata tra le prime, nel mondo dello spettacolo, ad esprimere il proprio cordoglio per la sua morte con un messaggio postato su Twitter: “Il suicidio del mio amico Rick Genest, Zombie Boy, è più che devastante – ha scritto la popstar – Dobbiamo lavorare di più per cambiare la nostra cultura, per dare risalto alla salute mentale e per cancellare lo stigma che dice che non ne possiamo parlare ad alta voce. Se stai soffrendo, chiama un amico o un famigliare oggi. Dobbiamo salvarci a vicenda”.

Ha iniziato a tatuarsi a 21 anni

Poco dopo la cantante e musicista ha condiviso un’immagine che la ritrae insieme al modello 32enne, accompagnata dal seguente messaggio: “La scienza ci dice che ci vogliono solo 21 giorni per prendere un’abitudine. Se soffri di un problema di salute mentale, voglio che oggi sia il tuo primo giorno o la continuazione di un lavoro che hai già cominciato a svolgere. Rivolgiti a qualcuno se stai soffrendo, e se conosci qualcuno che è in quelle condizioni, allunga una mano verso di loro”. Nato il 7 agosto del 1985, il giovane si era sottoposto, a soli 15 anni, ad un intervento chirurgico per asporare un tumore al cervello: in seguito, all’età di 21 anni e per i 6 anni successivi, ha ricoperto il suo corpo di tatuaggi. La sua agenzia di management ha espresso le proprie condoglianze dicendosi “shockata e sofferente” per la tragedia.

Daniele Orlandi