Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Giulia, 7 anni, muore a causa della puntura di una medusa. Il racconto della madre è straziante: “Mi è morta fra le braccia”

CONDIVIDI

Una tragedia che non ha aggettivi è quella che ha colpito la famiglia della piccola Giulia Trimarchi, morta a 7 anni a causa dello choc anafilattico causato dalla puntura di una medusa (una cubomedusa, nota anche come vespa di mare – nome scientifico Chironex fleckeri: si tratta di una delle meduse più letali al mondo).

La piccola si trovava nelle Filippine con la madre (Manette, una filippina sposata con un italiano), gli zii e l’istruttore di nuoto (la piccola infatti era una giovanissima promessa del nuoto).

Il dramma è avvenuto lo scorso 26 luglio ma la notizia è stata resa nota ieri, scatenando le polemiche sulla mancanza di misure di sicurezza (anche perché non si tratta del primo caso: solo una settimana prima un’altra bimba aveva perso la vita in maniera analoga): sulla barca noleggiata per l’escursione non c’era alcun kit di pronto soccorso né l’aceto, che avrebbe potuto dare qualche speranza alla piccola, morta invece a causa della puntura di questa medusa.

Drammatico il racconto della madre, riportato dal ‘Corriere della Sera’: “Mi è morta fra le braccia. Nessuno ci ha detto che la zona è infestata da quella specie di meduse, non c’ erano divieti di alcun genere. Lei stava in un punto dove l’ acqua è bassa, raccoglieva conchiglie, era una sua passione. All’ improvviso l’ abbiamo sentita gridare. Ci siamo avvicinati, aveva bolle viola su una gamba e su una mano. “Mamma, che mi sta succedendo?”, mi ha detto Gaia. “Portami via, non torniamo più su questa spiaggia”.

Poi, la corsa all’Ospedale (dov’è giunta dopo 40 minuti), ma per la piccola Giulia non c’è stato nulla da fare.