Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

La figlia di Steve Jobs rivela il rapporto con suo padre: “E’ stato devastante”

CONDIVIDI

steve jobs Il difficile rapporto tra Steve Jobs e sua figlia

Steve Jobs è stato senz’altro una delle menti più geniali degli ultimi decenni, ma a quanto pare non si può dire che sia stato altrettanto eccezionale come padre. A rivelarlo è sua figlia, Lisa Brennan-Jobs, che ha deciso di raccontare tutti i dettagli della vita con il suo famosissimo papà in un libro che si intitola “Small Fry” e uscirà il prossimo 4 settembre.

Nel manoscritto emerge chiaramente una relazione molto difficile, con Steve Jobs che riteneva Lisa una fonte di delusione e vergogna. “Ero una macchia nella sua ascesa spettacolare – racconta la figlia di Steve Jobs, che oggi ha 40 anni – La nostra storia non si adattava alla narrazione della grandezza e della virtù che avrebbe desiderato per se stesso. La mia esistenza ha rovinato la sua immagine. Per me era il contrario: più ero vicino a lui, meno mi vergognavo”.

“Lisa, puzzi come un cesso…”

Jobs rifiutò anche la paternità di Lisa, fino al compimento dei suoi 9 anni, quando decise di scusarsi e di avvicinarsi alla piccola, senza però riuscire mai a costruire un rapporto vero. Basti pensare che in una delle ultime visite prima della sua morte, Steve Jobs si rivolse alla figlia dicendole che puzzava “come un cesso”.

“Per molto tempo ho sperato che se avessi interpretato un ruolo, mio padre avrebbe assunto il ruolo corrispondente – ha scritto Lisa – Io sarei stata la figlia amata e lui sarebbe stato il padre indulgente. Ho deciso che se mi fossi comportata come le altre figlie, si sarebbe unito al gioco. Avremmo fatto finta insieme, fingendo di renderlo reale. Se avessi ammesso a me stessa ciò che vedevo, avrei saputo che non l’avrebbe mai fatto, e che un gioco di finzione lo avrebbe disgustato”.