Rho, minorenne violentata, picchiata a calci e pugni e rapinata: fermato un 19enne marocchino 

17enne violentata e picchiata a Rho 

Rho, minorenne violentata, picchiata a calci e pugni e rapinata: fermato un 19enne marocchino
Foto d’archivio

L’ha picchiata, presa a calci e pugni e l’ha violentata, poi l’ha rapinata. Una ragazza di 17 anni è stata abusata nel parco pubblico di Mazzo, a Rho, provincia di Milano, da un 19enne marocchino regolare. La giovane ha cercato di difendersi resistendo all’aggressore e in tutta risposta è stata picchiata. 

Il fatto è avvenuto nelle prime ore di lunedì mattina; la ragazza aveva conosciuto il marocchino domenica sera, poi lo stupro. La giovane ha raccontato che si erano conosciuti e che stavano chiacchierando quando all’improvviso lui le si è scagliato addosso. La ragazza era andata alla stazione dei carabinieri a Rho per denunciare l’accaduto, e l’Ospedale di Rho e poi la Clinica Mangiagalli di Milano hanno accertato la violenza sessuale subita e le percosse. 

Trovato in possesso della refurtiva 

La 17enne ha fornito un identikit del 19enne marocchino che è stato arrestato questa mattina. I carabinieri hanno riconosciuto il giovane che aveva con sè anche l’iPhone 5 della ragazza, che le aveva sottratto durante la rapina.

Il 19enne, pregiudicato e senza lavoro, è indagato per rapina e violenza sessuale. Ora si trova presso il carcere di San Vittore a Milano, dopo la convalida del fermo. Ora è in attesa del processo.