Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Bimbo abbandonato dalla madre davanti al supermercato: autopsia shock, ‘era ancora vivo’

CONDIVIDI

Quando lo ha abbandonato era ancora vivo, a ucciderlo sarebbe stato il caldo, unito alla mancanza di ossigeno e di cure. Sono dettagli drammatici quelli relativi al bimbo che una giovane donna ha lasciato davanti ad un supermercato della città di Terni ed emergono dall’autopsia effettuata sul corpicino del piccolo, dalla quale è emerso che quando la madre lo ha abbandonato, era ancora in vita. Una vicenda “bruttissima”, l’ha definita l’avvocato della donna Alessio Pressi sottolineando che al momento la madre è “sotto shock”, mentre il professor Maurro Bacci ha diffuso gli esiti dell’esame autoptico eseguito presso l’ospedale di terni: le prossime risultanze unite ad una serie di accertamenti andranno, nelle prossime ore, ad ampliare e comporre il quadro accusatorio nei confronti della madre ternana che la polizia ha fermato nelle scorse ore con l’accusa di infanticidio in base all’articolo 578 del codice di procedura penale.

La donna in stato di “profondo shock”

“Siamo di fronte ad una vicenda bruttissima che ci dice il malessere sociale a cui siamo arrivati”, ha dichiarato il legale che si è in seguito recato in Procura per avere maggiori dettagli: secondo quanto emerso la donna si troverebbe al momento in una struttura protetta in attesa della convalida del fermo e, conferma Pressi, si trova “in uno stato di profondo shock. Dovremo anche capire le sue condizioni mentali e anche verificare i rapporti famigliari, con il padre e con la madre. Ho anche allertato i servizi sociali perché possano approndire la questione”.

La confessione shock della madre

La mamma del piccolo ha confessato: avrebbe agito autonomamente senza dire nulla al compagno della gravidanza in corso e tenendo all’oscuro di tutto anche la sua famiglia forse perchè preoccupata del fatto che, avendo già una bimba di due anni, non sarebbe stata in grado di mantenere economicamente un altro figlio. Ma quando l’ha lasciata nel parcheggio del supermercato, dove è stata trovata morta intorno alle 20 di giovedì, la piccola era ancora viva e il caldo, unito allo stato di abbandono e al poco ossigeno dentro al sacchetto rigido, di quelli che forniscono i supermercati, peraltro parzialmente chiuso, avrebbero portato al decesso.

Daniele Orlandi