Baby sitter da incubo: coppietta di 20enni picchia e tortura 4 bambini, costringendoli a bere la loro urina

Dopo che leggerete questa storia penserete due volte prima di affidare i vostri figli a degli sconosciuti anche se accreditati come baby sitter (e anche se noi non siamo negli Stati Uniti, a differenza dei protagonisti di questa storia).

Siamo a Rome, in Pennsylvania, dove una madre single decide di affidare i propri quattro figli ad una coppia di ragazzi di 22 anni per una settimana: per lei una vacanza in North Carolina, per la giovane coppietta 100 dollari. Una giovane coppietta composta da due giovani normalissimi, all’apparenza.

Ma, sappiamo benissimo, l’apparenza inganna e Jakayo Scott Frye e Shyann Marie Hills hanno mostrato un lato incredibilmente sadico, costringendo i quattro bambini – di età compresa fra i 7 e i 10 anni – ad una settimana da incubo, tra pestaggi, torture psicologiche ed atti degradanti (i media online riportano che la coppia ha costretto i piccoli a bere la propria urina e quella del cane). Tutto ciò, senza un perché apparente.

Trattavano meglio i cani che noi. Ci minacciavano dicendo che se avessimo raccontato qualcosa ci avrebbero rapiti e portati via per sempre”, hanno quindi poi raccontato i bambini. Tra i quattro, la sorte peggiore è toccata alla figlia di nove anni, ritrovata in stato confusionale e sull’orlo dello svenimento, dopo essere stata deprivata del sonno per oltre 24 ore, oltre ad essere tenuta senza mangiare e senza bere (obbligata anzi a bere la propria pipì).

Per la coppietta arresto immediato, cauzione di 750mila e 500mila euro (per lui e per per lei, rispettivamente) e prima udienza davanti al giudice a Ferragosto.