Mette in vendita la verginità della figlia di 13 anni, ma viene incastrata e arrestata in modo geniale 

Mette in vendita la figlia, incastrata 

Mette in vendita la verginità della figlia di 13 anni, ma viene incastrata e arrestata in modo geniale 
Irina Gladkikh

Una donna russa di nome Irina Gladkikh, escort, è stata arrestata per aver cercato di vendere la figlioletta di soli 13 anni per 20mila dollari. La donna ha cercato di vendere la verginità della figlioletta online al migliore offerente, senza farsi alcuno scrupolo. 

Irina Gladkikh, che da qualche tempo non riusciva più a guadagnare come prima, ha contattato una vecchia conoscenza, Alina Kukanova, e insieme hanno cominciato a ricerca online qualche possibile interessato per l’orrendo patto, all’insaputa della figlioletta di 13 anni. Dopo aver trovato un uomo degli Emirati Arabi che aveva offerto 20mila euro per passare la notte con la bambina, l’accordo era saltato. Ma Alina trova un altro cliente: peccato che quest’ultimo cliente non fosse un pervertito pedofilo ma un agente di polizia. 

Arrestate, la madre rischia 10 anni 

La polizia aveva trovato le tracce di Irina Gladkikh e della complice online e così aveva cominciato a controllarle, fino a decidere di fingere di essere interessati all’acquisto. 

Così all’appuntamento in un ristorante di Mosca, Irina Gladkikh si era recata assieme alla figlioletta ed aveva incontrato anche il poliziotto sotto copertura che, dopo aver pagato le donne con dollari falsi, le ha arrestate entrambe. La 13enne è stata affidata a parenti, Alina è stata condannata e Irina, ancora in attesa della condanna, rischia 10 anni.