Home Notizie dal territorio

Accordo Comune – Rom per garantire la sicurezza della spiaggia sul Tevere? Per il Movimento è una fake news

CONDIVIDI

E’ stata bollata come una fake news, la voce secondo la quale il Comune di Roma si sarebbe accordato con i Rom per garantire la sicurezza della tanto attesa (e tanto annunciata e tanto slittata ed inaugurata il 4 agosto) spiaggia sul Tevere.

Secondo quanto riportato dal Messaggero (che a sua volta avrebbe riportato le parole d’un responsabile del progetto Tiberis – che è il nome del progetto della spiaggia sul biondo fiume capitolino): “ci sarebbe stato un presunto accordo tra Campidoglio ed i rom del campo presente a Vicolo Savini. La notizia è rimbalzata sui social ed ha scatenato le polemiche”.

Ma pronte sono arrivate le smentite, da più parti. In prima battuta, l’assessora all’Ambiente Pinuccia Montanari, ha così smentito – come riportato da Today: “Non c’è stato alcun contatto per garantire la sicurezza della struttura comunale a Ponte Marconi la persona che ha rilasciato alla stampa tali dichiarazioni, che non corrispondono a verità, se ne dovrà assumere la responsabilità e dovrà risponderne a tutti gli effetti all’Amministrazione Capitolina e a tutti i cittadini di Roma. A sorvegliare l’area attrezzata è la Polizia Locale impegnata sul posto con una pattuglia nelle ore notturne e con agenti motociclisti in perlustrazione durante il giorno”.

Proprio la Montanari fino a qualche giorno fa mostrava su Facebook i risultati del lavoro dell’amministrazione sulla sponda del Tevere:

Sempre attraverso FB è giunta quindi un’altra smentita all’accordo coi Rom: ad esporsi in questo senso, il Consigliere di Roma Capitale Giuliano Pacetti