Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Madre e i due figli attraversano i binari per andare al mare: il treno li travolge, morti i due bambini 

CONDIVIDI

Attraversano i binari e vengono travolti, morti due bambini

Madre e i due figli attraversano i binari per andare al mare: il treno li travolge, morti i due bambini
Il luogo della tragedia. Foto di Adriana Sapone La Presse

Tragedia a Brancaleone, provincia di Reggio Calabria, dove una donna è stata investita dal treno assieme ai due figli.
I tre stavano attraversando i binari, pare per raggiungere il mare, quando il treno li ha travolti. Per i due bimbi non c’è stato nulla da fare, la donna è in coma in ospedale. 

La donna è Simona Dall’Acqua, 49 anni, insegnante di Milano; stava attraversando i binari con i figli Lorenzo e Giulia Pipiolo, 12 e 6 anni, purtroppo morti sul colpo. 

Simona è stata portata in sala operatoria per ridurre le conseguenze del trauma cranico che le ha causato una grave emorragia cerebrale, ha riportato diverse fratture ed è grave. E’ stata raggiunta in Calabria dalla figlia maggiore, di 16 anni, non presente al momento della tragedia. 

La bimba sarebbe sfuggita e la mamma l’ha seguita, poi il disastro

I due bambini erano figli del marito, dal quale Simona era separata: il marito non si trovava in Calabria al momento. La donna infatti era in vacanza con il compagno, un collega originario di Brancaleone. L’uomo al momento della tragedia stava parcheggiando l’auto ed aveva fatto scendere i familiari.

Secondo le prime informazioni, la bambina sarebbe sfuggita di mano alla mamma mentre stavano attraversando. La donna è stata costretta a seguire la piccola per raggiungerla e farla allontanare dai binari, quando è arrivato il treno regionale partito da Reggio Calabria e diretto a Catanzaro Lido. Purtroppo il treno ha colpito in pieno i tre, ed ha ucciso sul colpo i bambini. Sul posto sono presenti gli inquirenti. Il macchinista, sotto choc, è stato sentito dal magistrato per cercare di ricostruire la tragedia.