Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Amianto di nuovo legale negli USA: la controversa decisione di Trump

CONDIVIDI

L’Ente protezione ambiente degli USA ha annullato il bando all’amianto

L’amministrazione George W Bush senior nell’ormai lontano 1989 aveva reso illegale l’utilizzo di amianto per le costruzioni. Una decisione presa in seguito a degli studi che avevano dimostrato la pericolosità del materiale per la salute dei cittadini. Con una decisione a sorpresa, 30 anni dopo, l’EPA (Ente Protezione Ambiente) ha deciso che l’amianto non verrà più considerato illegale e sarà dunque possibile utilizzarlo nuovamente nelle costruzioni.

Una decisione, quella presa dall’amministrazione Trump, che va in controtendenza con tutto il resto del mondo e che rischia di aumentare a dismisura il numero di vittime causate dall’amianto che già è elevatissimo negli Stati Uniti (circa 40 mila ogni anno). Non è una novità che Trump consideri le preoccupazioni sui danni causati dai materiali da costruzione o dai gas di scarico prodotti dalle industrie delle esagerazioni (motivo per cui ha deciso di non rispettare i patti di Parigi), né che ritenga l’amianto sicuro per la salute dei cittadini: “Il bando all’amianto è una cospirazione guidata dalla malavita, in quanto le società che effettuano la rimozione dell’amianto sono spesso legate alla malavita”.

Amianto nuovamente legale negli USA: le critiche a Trump e le confezioni di amianto con la sua faccia

In seguito alla decisione l’EPA non effettuerà più controlli per rilevare la quantità di amianto nei centri abitativi perché non considerato più pericoloso (solo nel 2016 la stessa agenzia lo metteva nella lista dei 10 materiali più dannosi). Non sono mancate le polemiche interne per la decisione di rendere nuovamente legale l’amianto, tra le principali accusatrici di Trump c’è Chelsea Clinton che in un posti su Twitter sottolinea come l’amianto sia dannoso in qualsiasi quantitativo e ironizza sul motto elettorale del presidente USA , trasformandolo Make America Great Again in Make Abestos Great Again. A festeggiare la decisione di Trump è una delle poche industrie produttrici di amianto rimaste nel mondo, la russa ‘Uralasbest‘, che ha deciso di stampare la faccia di Trump sulle confezioni di amianto da loro prodotte.