Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

L’Italia trema ancora: forte scossa in mare tra Calabria e Sicilia

0
CONDIVIDI

Terremoto di magnitudo 3.8 a largo della costa siciliana

scossa

La sala di Catania dell’Ingv (Istituto Nazionale Geofisica e Vulcanologia) che si occupa di monitorare le scosse di terremoto sulla regione insulare ha registrato una scossa di magnitudo 3.8 a largo della Sicilia, in pieno mar Tirreno. La scossa in questione ha avuto un ipocentro di 20 chilometri e le sue coordinate sono le seguenti (lat 38.43; lon 14.17). Al momento non sono arrivate segnalazioni relative a danni o vittime, ma trattandosi di un terremoto di discreta entità sono state pre allertate le zone in prossimità del sisma. Il sisma infatti si è verificato in prossimità delle località costiere tra Bagheria e Capo d’Orlando, ma l’epicentro era molto più vicino alle Isole Eolie.

Pericolo sismico in Sicilia

Sebbene in questo caso pare che non ci siano state conseguenze, il pericolo sismico rimane molto elevato nella regione del sud Italia, il che rendere necessaria un’opera di continuo controllo dei movimenti tellurici. Nell’Isola il rischio sismico è di due tipologie, c’è quello di origine vulcanica dovuto ai flussi magmatici e relative eruzioni dell’Etna e di Stromboli (Vulcano rimane invece quiescente), è quello di natura tettonica dovuto allo sfregamento della zolla europea con quella Africana.

L’ultimo terremoto con effetti distruttivi verificatosi in Sicilia risale al 1990 quando una scossa di magnitudo 5.7 registrata ad Augusta ha causato danni ingenti nei paesi limitrofi di Melilli, Sortino, Carlentini, Lentini e Francofonte. In tempi recenti il terremoto con il maggior effetto distruttivo avvenuto in Sicilia risale all’inizio del ‘900, quando un sisma di magnitudo 7.2 registrato a largo della costa messinese ha generato un’onda anomala che distrusse gran parte della città.