Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Alla guida da ubriaco e senza patente, l’incidente shock: morta la figlia di otto anni

CONDIVIDI

Un uomo di 39 anni si è messo alla guida della sua macchina da ubriaco e con la patente ritirata, causando un terribile incidente nel quale ha perso la vita sua figlia, una bambina di otto anni. La bimba, al momento dello schianto, si trovava in macchina con lui e con l’altra sorellina. L’incidente è avvenuto ieri a Nettuno (Lazio) poco dopo la mezzanotte.

Nettuno, la macchina è finita contro un palo

Le autorità gli avevano ritirato la patente ben nove anni fa, nel 2009, ma questo non gli ha impedito di mettersi alla guida e tra l’altro in condizioni fisiche assolutamente non ottimali (era ubriaco). L’uomo, 39 anni, ha fatto salire sulla vettura le due figlie (di otto e sette anni), alle quali non ha fatto allacciare nemmeno le cinture di sicurezza, e ha cominciato una folle corsa che si è interrotta con un terribile schianto contro un palo.

Il 39enne ha perso il controllo dell’automobile, è uscito fuori strada e la macchina- una BMW 320- si sarebbe più volte cappottata dopo l’urto contro un palo. Infine, la vettura è finita dentro ad un fosso. L’incidente è avvenuto sulla strada Nettuno-Velletri, nei pressi della Cantina Divina Provvidenza. Nulla da fare per la bimba più grande, Nicole: i sanitari del 118 hanno tentato inutilmente di rianimare la piccola, schiacciata dalla BMW, in loco. Il padre e l’altra figlia sono stati trasportati al Pronto Soccorso di Anzio.

Nettuno, l’uomo è stato denunciato per omicidio stradale

Il padre delle due bambine, subito dopo il ricovero, è fuggito dall’ospedale. Rintracciato dalle autorità verso le 03:00 della notte appena trascorsa, in Viale della Liberazione, l’uomo è stato denunciato per omicidio stradale. Non è stato arrestato perché, pare, non ci siano gli estremi. Il tasso di alcol nel suo sangue era minimo ed in più, non essendo fuggito dal luogo dell’incidente, non lo si può accusare di omissione di soccorso. L’uomo, comunque, era recidivo: anche nel 2009, al momento del ritiro della patente, era stato trovato sotto effetto di alcol e droghe.

Per quanto riguarda lo stato di salute della seconda bimba, la piccola è ancora ricoverata in prognosi riservata ma le sue condizioni dovrebbero migliorare nei prossimi giorni. Per fortuna non è in pericolo di vita. Ricoverata, per un malore, la madre delle due bimbe non appena appresa la notizia della scomparsa di Nicole e del ricovero della sorellina.

Maria Mento