Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Ultime Notizie di Cronaca Estera

Condannato a morte per lo stupro e omicidio di una bimba di 7 anni: le ultime parole prima dell’esecuzione

CONDIVIDI

Giustiziato per aver stuprato una bambina di sette anni e morto poco dopo aver chiesto scusa a tutti. se n’è andato così Billy Ray Irick, 59 anni, condannato a morte a seguito del processo avviato a Nashville, nel Tennessee, per un episodio di stupro ai danni di un minore avvenuto nel 1986. Irick, primo detenuto ad essere giustiziato nello stato americano dal 2008, non si è limitato ai soli abusi, ha anche assassinato la piccola Paula Dyer: gli avvocati dell’uomo hanno presentato ricorso contro la decisione della corte suprema affermando che il condannato aveva alle spalle una storia di grave malattie mentali.

Il ricorso degli avvocati dell’uomo

Ma il ricorso, nel quale veniva contestato anche il protocollo di iniezione letale previsto nel Paese per i condannati a morte, è stato respinto: questo nonostante esperti medici abbiano segnalato che il farmaco utilizzato, il midazolam, sarebbe potuto non essere abbastanza forte da far perdere i sensi al prigioniero nel momento in cui avesse iniziato a sentire dolore. Se Irick si fosse svegliato, hanno sottolineato i legali, dal momento che l’iniezione prevede anche un farmaco ‘paralitico’, non avrebbe potuto allertare i funzionari del fatto che stesse sentendo dolore. Poco prima dell’esecuzione, il 59enne ha detto le sue ultime parole: “voglio solo dire che mi dispiace davvero”, chiedendo di fatto scusa a tutti. Per poi prendere il suo ultimo respiro, ed essere giustiziato.

Daniele Orlandi