Home Tempi Postmoderni

Childfree, il movimento che non vuole figli (puntando alla sterilizzazione) e che fa discutere il web

CONDIVIDI

Childfree ed i meme in favore della sterilizzazione

Da qualche giorno su internet gira un nuovo meme del movimento Childfree che incita a non fare bambini per godersi i piaceri della vita. Il movimento in questione nasce negli Stati Uniti ed è formato da donne e uomini che hanno deciso di non avere mai figli nella vita, dunque di procedere (nei casi più estremi) alla sterilizzazione per evitare il rischio di una gravidanza indesiderata. Il fenomeno si è via via diffuso in tutto il mondo ed è giunto persino qui da noi attecchendo soprattutto nelle nuove generazioni. Gran parte del successo comunicativo di questo gruppo è legato ai meme con i quali i membri del movimento manifestano il loro desiderio di vivere una vita senza figli e fanno paragoni tra la vita da single o coppie senza figli e quella di coppie o single con prole. Tra i più controversi uno in cui si legge: “Ecco la mia famiglia che attende che faccio un figlio” ed una foto di un tavolo con soli scheletri seduti in attesa.

Childfree Italia ed il meme comparativo tra il venerdì con e senza figli

In Italia si tratta di un fenomeno nuovo, principalmente perché per nostra cultura il senso di famiglia ed il desiderio di proseguire la linea di discendenza sono molto forti. Ciò nonostante negli ultimi anni aumentano i ragazzi che desiderano un’intera vita senza avere figli ed esiste anche un gruppo Facebook in cui vengono condivisi i succitati meme.

Tra quelli che hanno suscitato più scalpore ce n’è uno che raffigura una specie di pubblicità comparativa con un prima ed un dopo (come quella dei detersivi per intendersi o dei prodotti per id dimagrimento). Nel meme in questione si vedono nella parte superiore della foto 4 giovani ed avvenenti donne che si divertono in discoteca e sotto di loro appare una scritta: “Venerdì sera prima di essere mamma”, mentre nella parte inferiore una foto di Alice in Wonderland con le mani in faccia pronta a piangere e sopra scritto “Venerdì sera dopo essere diventata mamma”. La foto è stata molto criticata dai movimenti religiosi poiché, a loro avviso, non si tratta di una semplice manifestazione del proprio desiderio di non avere figli, ma di una forma di propaganda affinché sempre più persone scelgano questa via.