Salvini al TG3: “200.000 reati e 30.000 sbarcati in meno”. Ma di chi è il merito?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:41

Interpellato dal Tg3 sulla tragedia del Ponte Morandi, il Ministro dell’Interno Matteo Salvini ha così risposto: “Sì, nel pomeriggio sarò a Genova, intanto possiamo offrire agli italiani questo “triste ferragosto”: 200.000 reati in meno in un anno, 30.000 sbarcati in meno sulle nostre coste in questi due mesi e tanti mafiosi sequestrati e arrestati in più”.

Oltre al fatto che la risposta non sia propriamente collegata alla domanda, bisogna notare che i dati proposti dal Ministro sono assolutamente corretti, ma non sono un merito del Governo del cambiamento (come d’altra parte è normale che sia, essendosi insediato da appena due meis e mezzo):

i 200.000 crimini in meno rappresentano un dato dell’ISTAT, ma si riferiscono all’anno precedente (quando al Governo c’era il comunque criticabilissimo PD) e rappresentano un dato che si inserisce in un trend – positivo – di diminuzione dei crimini in termini assoluti.

Circa i 30.000 sbarcati in meno, poi, qualcuno ha fatto notare come il calo dei migranti è iniziato circa un anno fa, quando gli accordi con la Libia di Minniti iniziavano a dare i loro “frutti”.

Circa i beni sequestrati alla mafia, infine, non è corretto che il Governo si attribuisca il merito del lavoro degli inquirenti e della magistratura (un lavoro di indagine che, frattanto, va avanti negli anni, a prescindere dal Governo).

Sarebbe quindi stato meglio rispodere nel merito della tragedia del Ponte Morandi, piuttosto che divagare su altri dati, assolutamente positivi ma da non attribuirsi come successi personale.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!