Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Ponte Morandi, nel 2014 Beppe Grillo invitava a fermare la Gronda con l’esercito

0
CONDIVIDI

beppe grillo
Beppe Grillo nel 2014: “No alla Gronda”

Dopo il disastro del Ponte Morandi a Genova, gli esponenti politici hanno subito adottato il pugno duro, promettendo pene esemplari nei confronti dei colpevoli. Tuttavia, negli ultimi giorni è piuttosto virale sul web una dichiarazione fatta da Beppe Grillo nel 2014, quando il comico genovese sosteneva che la Gronda, il progetto viario che avrebbe alleggerito il traffico sul ponte Morandi, era solo uno spreco di denaro.

Una posizione che veniva nettamente appoggiata da tutto il Movimento 5 Stelle. Dal Circo Massimo di Roma, Beppe Grillo aveva fatto partire l’invettiva contro un’opera inutile, che a detta del cofondatore del M5S avrebbe comportato solo un grande spreco di soldi.

Beppe Grillo, infuria la polemica

Beppe Grillo, che si trovava sul palco assieme al comitato “No Gronda”, aveva tenuto uno dei suoi classici discorsi molto appassionati, attaccando duramente la realizzazione della Gronda e invitando il pubblico a fermare l’opera anche con l’ausilio dell’Esercito.

In seguito al crollo disastroso del Ponte Morandi, che ha già causato più di 40 vittime, il video è diventato virale e Grillo è finito al centro di un mare di polemiche, con attacchi anche da parte delle forze di opposizione all’attuale governo presieduto da Giuseppe Conte con il Movimento 5 Stelle forza principale.