Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Nave Diciotti, è scontro nel Governo: Salvini contro Toninelli

0
CONDIVIDI

diciotti
Nave Diciotti, è scontro nel Governo

Nel Governo è nuovo scontro in tema migranti. Lo screzio riguarda la nave Diciotti, su cui da tempo c’è tensione tra l’Italia e gli altri paesi europei, specialmente Malta.

Per il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, l’imbarcazione potrà attraccare al porto di Catania, ma questa posizione viene subito osteggiata dal ministro dell’Interno, Matteo Salvini, che ribadisce il suo no allo sbarco della Diciotti con 171 migranti a bordo. “Il ministro Salvini – si legge in una nota del Viminale – non ha dato né darà alcuna autorizzazione allo sbarco dei migranti sulla nave Diciotti, finchè non avrà certezza che i 177 andranno altrove”. Secondo il leader della Lega e vicepremier del governo Conte, urge una soluzione a livello europeo.

Per Toninelli la nave “può sbarcare”

Di parere diverso il ministro Toninelli, che aveva dato via libera per lo sbarco: “La nave Diciotti attraccherà a Catania. I valorosi uomini della Guardia costiera hanno compiuto il proprio dovere salvando vite umane ad appena 17 miglia da Lampedusa. Ora l’Europa faccia in fretta la propria parte”, ha twittato il ministro delle Infrastrutture.

In mattinata, negli studi di Agorà, Salvini aveva chiarito ulteriormente la sua posizione: “La nave Diciotti può anche sbarcare in Italia – ha detto – basta che i 177 migranti vengano suddivisi, nello spirito di solidarietà europea, che è fatta di 27 Paesi. Facessero la cortesia dal momento che abbiamo accolto più di 700.000 persone arrivate via mare, di fare la loro parte”.