Home Tempi Postmoderni Curiosità

‘Discesa al limbo’, illusione ottica o meno? Un turista italiano lo scopre sulla pelle (e finsice all’ospedale)

0
CONDIVIDI

Non sarà giunto nel limbo (“luogo” in cui si trovano le persone buone morte prima della resurrezione di Gesù e i bambini morti non battezzati e che non rappresenta una verità di fede dogmatica, come ribadito da papa Benedetto nel 2007), ma sicuramente il tentativo di entrarvi gli è costato caro: un turista italiano di 59 anni, infatti, è finito in ospedale dopo essere caduto nell’installazione di ‘Discesa al limbo’, opera dell’ artista contemporanea Anish Kapoor, in mostra al Museo Serralves di Porto (seconda città del Portogallo).

Nel tentativo di capire se si trattasse di un’illusione ottica o di un reale foro nel pavimento, l’uomo si è avvicinato troppo all’installazione e vi è caduto dentro, giacché non si tratta di un’illusione ottica ma di un grande buco nel terreno, realizzato nel 1992 da Anish Kapoor, artista britannico (è scultore ed architetto) con chiare origini indiane.

Il titolo si ispira ad un’opera del 1492 di Andrea Mantegna, pittore rinascimentale italiano, che rimase affascinato dall’idea di rappresentare questo topos raramente trattato dall’arte (ma poi ampiamente trattato da altri artisti nel corso della storia dell’arte).

Nel caso dell’installazione in questione, Kapoor l’ha definita “una discesa nell’ oscurità, non un buco nel terreno”.

Per il nostro connazionale, invece, l’effetto è stato piuttosto quello di una semplice caduta in un buco.