Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Salvini e la foto virale con l’ambulante, parla il protagonista dello scatto: “E’ stato gentile”. E il fratello rilancia: “Non scrivete male del ministro”

0
CONDIVIDI

Nonostante la foto divenuta virale lo veda ritratto mentre sembra cacciare con un gesto un ambulante (cosa che, bisogna tristemente ammettere, avrebbero fatto tanti altri), la verità sull’incontro tra Matteo Salvini e l’ambulante in questione – avvenuto sulle spiagge della Versilia, dove il Ministro dell’Interno è in vacanza – è ben diversa, come riportato dal ‘Corriere della Sera’.

“Certo che sapevo che quel signore era Matteo Salvini. Ero lì, sulla spiaggia, con mio fratello Moussa che conosce il ministro, gli volevo chiedere anche io un selfie e magari vendergli qualcosa. Lui non mi ha cacciato, è stato gentile e mi ha detto di aspettare perché era al telefono”: sono le parole di Medoune Mbaye, l’ambulante senegalese della foto divenuta presto virale che però ha preferito non aggiungere altro (“Non voglio dire più niente, ho moglie e figli in Italia”. Ed in questo momento storico bisogna fare attenzione a qualsiasi parola).

Anche il fratello Moussa ha parlato dell’incontro con Salvini, difendendolo a spada tratta: “Non scrivete male del ministro, mi raccomando. Lo conosciamo è molto bravo e cortese. I miei figli hanno giocato con i suoi sotto l’ombrellone. È un gentiluomo e non è affatto un razzista“.

Non dello stesse parere Diop, presidente della comunità senegalese in toscana: “A me sembra che il ministro Salvini abbia una doppia faccia. La mattina grida al ladro contro la mia gente, minaccia di cacciarla dall’Italia, e la notte simpatizza come se quei “ladri” fossero diventati suoi amici”.