Home Tempi Postmoderni Curiosità

Atti osceni in luogo pubblico? Una consigliera comunale vorrebbe depenalizzare il reato

0
CONDIVIDI

Sesso in pubblico? Sì grazie.

Semplificando e banalizzando, potrebbe sembrare questo il senso della proposta di una consigliera comunale di un paese messicano che vorrebbe depenalizzare il reato di atto osceno in luogo pubblico (trasformandolo in un semplice illecito amministrativo).

In realtà, il motivo è ben più profondo: dopo aver effettuato un’indagine su un campione di studenti universitari, si è riscontrato che molti di essi sono stati vittime di estorsioni da parte di poliziotti corrotti che si offrirebbero di sorvolare sul reato nel caso in cui le coppiette infrattate, beccate “con le mani nella marmellata”, diano un adeguato compenso alle forze dell’ordine.

Ciò accade a Guadalajara, città di oltre un milione e mezzo di abitanti in Messico, e la proposta parte dalla consigliera comunale Guadalupe Morfìn Otero che così ha spiegato la propria posizione (come riportato da ‘Leggo’): “Non possiamo andare avanti così, dobbiamo far sì che la polizia agisca correttamente e si concentri su crimini decisamente più gravi”.

Di parere opposto i partiti d’opposizione, di ispirazione conservatrice: “Si tratta di una misura assolutamente inutile, dovremmo concentrarci direttamente sul contrasto alla corruzione delle forze dell’ordine”.