Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Medico fa strage in famiglia: figlia e moglie avvelenate con una palla da yoga

0
CONDIVIDI

Medico fa una strage in famiglia: avvelena la moglie e la figlia con una palla da yoga

Medico fa strage in famiglia: figlia e moglie avvelenate con una palla da yoga

L’anestesista e professore universitario malese Khaw Kim-sun di Hong Kong è stato accusato dell’omicidio della moglie e della figlia: l’uomo ha caricato di monossido di carbonio una palla da yoga e l’ha caricata nell’auto della moglie affinché questa rilasciasse il gas letale all’interno dell’abitacolo avvelenando la donna. La donna, Wong Siew-fung, la figlia Khaw Li-ling sono state trovare prive di vita all’interno dell’auto da un uomo che faceva jogging nel parco. Gli investigatori hanno subito sospettato dell’uomo ed alla fine sono riusciti ad incriminarlo quando hanno ottenuto le testimonianze dei suoi colleghi universitari che lo avevano visto mentre riempiva di monossido di carbonio la palla.

Il tradimento con una studentessa e la richiesta di divorzio negata

La coppia era in crisi da diverso tempo, Khaw Kim-sun si era invaghito di una sua studentessa e dopo avere intrecciato con lei una relazione sentimentale si era deciso a lasciare la moglie per vivere a pieno la storia con lei. Per farlo, però, voleva ottenere il divorzio dalla moglie, pratica che faticava ad andare avanti per l’ostinazione della donna, decisa a non firmare la richiesta di divorzio presentata dal marito.

Stressato dalla situazione e deciso ad ottenere ciò che desiderava ad ogni costo, l’uomo ha escogitato questo complicato omicidio. Nel suo piano, però, non ci sarebbe dovuta essere la figlia, o almeno questo è ciò che ha sostenuto l’uomo durante l’interrogatorio con la polizia e nel corso della prima udienza del processo. Ciò nonostante, ha sottolineato l’avvocato dell’accusa, non è possibile escludere la premeditazione e la volontà di compiere omicidio da parte dell’uomo visto che era ben consapevole di quali fossero gli effetti del gas nocivo.