Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Uccide il marito mentre la stava violentando, 19enne rischia la pena di morte

CONDIVIDI

morte
Noura Hussein rischia ancora la pena di morte

Un’adolescente che ha pugnalato suo marito mentre la violentava si trova di fronte a nuove richieste di pena di morte. Noura Hussein, 19 anni, è stata condannata a morte in Sudan dopo essere stata ritenuta responsabile di omicidio premeditato lo scorso mese di maggio. Ma un mese dopo la sentenza è stata rovesciata e la ragazza è stata incarcerata per cinque anni e multata per omicidio colposo.

Ma stando a quanto emerso negli ultimi giorni, sembra che i procuratori statali in Sudan siano intenzionati a ribaltare la sentenza, tanto da aver già presentato una petizione per ristabilire la pena di morte per la 19enne.

Equality Now: “Non tornate indietro”

Judy Gitau, un avvocato per i diritti umani di Equality Now, ha dichiarato al Guardian: “Ribadiamo il nostro invito alle autorità sudanesi a garantire il rispetto dello stato di diritto. Il governo sudanese ha compiuto un passo avanti positivo per i diritti delle donne e delle ragazze ribaltando la condanna a morte di Noura. Non bisogna tornare indietro”.

Equality Now ha avviato una campagna a favore di Noura Hussein e ha invitato i sostenitori a inviare lettere al procuratore generale del Sudan, Omer Ahmed Mohamed, al ministro della giustizia Dr Idris Ibrahim Jameel e alla Commissione nazionale per i diritti umani del Sudan.