Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Sgomberato il centro di accoglienza di Don Biancalani, “Non è sicuro”. Niente estintori e rischio incendio

CONDIVIDI

Rischi incendi e nessuna sicurezza, sgomberato il centro 

Chiuso il centro di accoglienza di Don Biancalani, “Non è sicuro”
Don Biancalani

Il centro di accoglienza di Don Biancalani a Pistoia è stato chiuso. I suoi locali non sono a norma e in una missiva dei Vigili del Fuoco si “ipotizza un pericolo di incendio dei locali per cui ci sarà un’interruzione dell’accoglienza qui a Vicofaro”. 

Don Biancalani, gestore del centro di accoglienza, ha ammesso che effettivamente alcuni locali non sono a norma. “L’ambiente è grande e fa parte di un convento del ‘700, ci sta che non possa rispettare appieno le normative. In particolare per i rilievi dei vigili del fuoco non sono utilizzabili cucina e caldaia. Faremo i lavori di adeguamento ma serve tempo”. 

87 immigrati che si trovavano nel centro dovranno essere smistati e portati altrove. La Prefettura ha comunicato ufficialmente che tutti gli immigrati, regolari e non (quelli irregolari sono numerosi) dovranno lasciare la struttura nel più breve tempo possibile. Come riporta il Tirreno, il centro di accoglienza “non aveva vie di fuga, estintori, idranti, scale di sicurezza ed impianti elettrici” e la cucina è a rischio per violazione della disciplina antincendio. Il rischio di incendio c’è effettivamente ma secondo Don Biancalani, nonostante manchino vie di fuga, estintori, impianti elettrici, idranti, e la cucina sia a rischio alto di incendio a causa delle tubature del gas che passano accanto alla canna fumaria “i controlli sono stati troppo severi”.  

Le polemiche di Don Biancalani 

Don Biancalani era finito al centro di diverse polemiche sui social per le sue affermazioni spesso provocatorie, come quando aveva condiviso su Facebook – social dove è molto attivo – una foto dove portava in piscina alcuni giovani africani “alla faccia dei razzisti”, scatenando moltissime polemiche.