Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Carcere per chi attraversa le Alpi. Macron inasprisce le leggi, e anche la Spagna vuole leggi più severe 

CONDIVIDI

Spagna e Francia, stretta sull’immigrazione 

Carcere per chi attraversa le Alpi. Macron inasprisce le leggi, e anche la Spagna vuole leggi più severe 
Immigrati a Parigi (Getty Images/C)

Spagna e Francia. Due Paesi che, stando ai giornali, a raffronto dell’Italia sarebbero molto più tolleranti, aperti e permissivi nei confronti dell’immigrazione. Davvero? Ovviamente no. Macron ha dimostrato il pugno di ferro nei confronti nell’immigrazione clandestina inasprendo le leggi sull’immigrazione e prevedendo addirittura il carcere per chi attraversa illegalmente le Alpi.

La Spagna, col governo del socialista Sanchez, fa dei passi indietro e si allena all’Italia. Il concetto alla base è uno: va bene accogliere, va bene l’umanità ma non la permissività.
“Non possiamo permettere la violenza, la maggioranza di chi arriva è pacifica ma dobbiamo essere inflessibili con i violenti” ha detto il primo ministro spagnolo. Dopo le aggressioni degli agenti a Ceuta, dove centinaia di africani hanno sfondato le barriere per riversarsi nella città, la popolazione si è infuriata, ed il Governo corre ai ripari. 

Il pugno di ferro della Francia

La Francia invece usa il pugno di ferro, un sondaggio dell’istituto Elabe ha indicato che il 66% dei francesi giudica Macron “troppo lassista sull’immigrazione”. Il 21 febbraio il ministro degli Interni Gérard Collomb, molto vicino a Macron, ha presentato una nuova legge sull’immigrazione. 

Il nuovo testo prevede il reato di “superamento illegale della frontiera” e un anno di carcere e 3750 euro di multa per chi supera illegalmente le Alpi fra Italia e Francia senza passare dalla frontiera. La legge vuole ridurre i tempi per la risposta sull’asilo a sei mesi, non più undici. Il ricorso verrà effettuato dopo l’espulsione, quindi gli immigrati non potranno restare in Francia dopo aver presentato il ricorso.  

Macron vs Salvini

Nel frattempo Macron ha attaccato Matteo Salvini, accusandolo di essere un “demagogo”. “Un ponte crolla è colpa dell’Europa. Siete preoccupati dalle migrazioni che arrivano dall’Africa? È colpa dell’Europa” dice Macron. E Salvini gli risponde a tono: “Inviterei l’ipocrita Macron a riaprire i confini e accogliere le migliaia di rifugiati che aveva promesso di prendere. L’Italia non è più il campo profughi d’Europa, la pacchia per scafisti e buonisti è finita”.