Home Tempi Postmoderni

“Michael Jackson non è morto”: sul web la prova, il certificato di morte

CONDIVIDI

Sul web spunta quella che secondo molti è la prova del fatto che Michael Jackson è ancora vivo: il certificato di morte

Sin dai tempi della morte del re del Rock Elvis Presley i fan di lunga data non riescono a rassegnarsi all’idea che il proprio idolo sia realmente morto e cercano teorie surreali e ipotesi di complotto che possano giustificarne la scomparsa e lenire il dolore per la scomparsa del loro artista preferito. Lo stesso è capitato quando nel 2009, quando la più grande icona del pop mondiale Michael Jackson è scomparsa a causa di un overdose da medicinali (stessa causa di Elvis). Sin dal primo giorno c’è stato chi era disposto a sostenere che la morte fosse una copertura per cambiare vita e che in realtà il cantante fosse vivo da qualche parte.

La prova che Michael Jackson è vivo, il secondo nome sul certificato di morte

A due giorni di distanza da quello che sarebbe stato il suo 60° compleanno, ecco che i fan del re del pop tornano alla carica con una nuova teoria supportata da un video che dimostrerebbe la messa in scena. Nel video viene fatto notare che sul certificato di morte del cantante c’è scritto Michael Joseph Jackson, invece che Michael Joe Jackson. Il secondo nome dell’artista americano, infatti, era proprio Joe poiché lo aveva ereditato dal padre (morto di recente anche lui). Dopo la pubblicazione del video, i fan hanno chiesto conferma alla sorella Latoja Jackson, la quale ha confermato che il secondo nome di Michael era proprio Joe. Potrebbero esserci altre spiegazioni per spiegare il presunto errore sul certificato di morte, ma per i fan ormai è certo: Michael Jackson è ancora vivo.