Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Olanda, cancellato concorso a fumetti su Maometto: era pronto un attentato contro gli organizzatori

CONDIVIDI

Cancellato concorso su Maometto 

Olanda, cancellato concorso a fumetti su Maometto: era pronto un attentato terroristico
Foto d’archivio

Un attentato terroristico contro il leader della destra olandese Geert Wilders per aver indetto l’iniziativa di un concorso a fumetti su Maometto. Il fatto avviene in Olanda, dove Geert Wilders, il leader del Partito per la Libertà olandese (partito di destra, anti-immigrazione e fermamente convinto della pericolosità dell’Islam) ha indetto un concorso a fumetti su Maometto che ha attirato circa 200 disegnatori. L’iniziativa, però, oltre ad avere ricevuto critiche nell’ambito del “civile”, è stata oggetto anche di un tentato attentato terroristico e di forti proteste in Pakistan che hanno fatto attivare anche Kabul. 

In Pakistan, dove è arrivata la notizia, sono scesi in piazza numerosissimi cortei e alla fine i, governo afghano ha perfino invocato il soccorso dell’ONU per “cancellare il concorso”.
Il giocatore di cricket pachistano, Khalid Latif, che ha messo una taglia di 24mila dollari sula testa degli organizzatori del concorso. A Lahore, Pakistan, il partito islamico Tehreek-e-Labbaik ha indetto una manifestazione di protesta con migliaia di persone mirata all’espulsione dell’ambasciatore olandese. Il neo premier pakistano ha promesso di sollecitare l’ONU per vietare i concorso. 

Arrestato islamista: voleva uccidere il leader di destra 

Ma c’è di peggio che qualche protesta. Un estremista islamico è stato arrestato mercoledì a L’Aia: l’uomo voleva entrare in Parlamento ed uccidere Geert Wilders.
“Solo il blasfemo (Wilders, ndr) è il mio obiettivo. Con l’aiuto di Allah avrò successo, stanno prendendo in giro il nostro Profeta” aveva detto l’uomo in un video su Facebook. Si tratterebbe di u pakistano che proveniva dall’Italia, recatosi in Francia, Belgio e poi in Olanda. Il video lo ritrae vicino alla stazione centrale de L’Aia, dove in urdu (lingua pakistana) dice di essere vicino al parlamento e chiede ai numerosi followers di condividere il video. Il filmato è stato visto 150mila volte e condivido 15mila. 

Il governo olandese aveva preso le distanze dall’iniziativa ma non l’aveva cancellata, come rispetto della libertà di pensiero.
Ricordiamo che già nel 2005 il disegnatore Kurt Westergaard ha rischiato la vita per aver publicato delle caricature su Maometto su un giornale. 

I brutti precedenti in Olanda

Invece il 2 novembre 20004 il regista olandese Theodoor “Theo” van Gogh venne pugnalato in mezzo al centro di Amsterdam daMohammed Bouyeri, estremista islamico, per aver mostrato il trattamento delle donne nell’Islam nel film Submission. Sulla testa di Van Gogh pendeva una fatwa, un ordine a ciascun fedele di uccidere colui che aveva pubblicato il cortometraggio. Sulla pancia di Van Gogh venne infilzato, con un coltello, un foglio che conteneva minacce contro gli ebrei, i governi occidentali, Ayaan Hirsi Ali (di origine somala e paladina per i diritti femminili) e proprio contro Geert Wilders.