Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Tria replica a Fitch: “Si ricrederanno con i fatti”. Il ministro “stoppa” Salvini e Di Maio

CONDIVIDI

tria
Tria: “Fitch? Si ricrederanno con i fatti”

Il giudizio di Fitch si è abbattuto come una scure sull’Italia e sul governo gialloverde guidato da Giuseppe Conte. L’agenzia di rating non ha modificato il voto del Paese, che resta BBB, ma le prospettive sono mutate da “stabili” a “negative”, precisando che un governo diviso specialmente su temi economici rischia di portare fuori controllo i saldi di bilancio.

In merito al giudizio fornito da Fitch ha risposto il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, che si trova in visita ufficiale in Cina. Il ministro si è detto sicuro che l’Italia riuscirà a convincere le agenzie di rating con i fatti.

“Le agenzie, sia Fitch che Moody’s, sospendono correttamente il giudizio in attesa di vedere i fatti – ha detto Tria – nelle prossime settimane le dichiarazioni del governo si tradurranno in un programma ufficiale, in azioni, e credo che questo giudizio cambierà in positivo”.

“Parametri sforati? La linea del governo è chiara”

Il riferimento è soprattutto al Def di settembre e al timore che Lega e Movimento 5 Stelle provino a sforare i parametri per finanziare l’intero programma elettorale. Su questo Tria non ha dubbi: “Un’intesa nel governo è già stata trovata – precisa il ministro – corrisponde alle linee che sono state più volte espresse ufficialmente sia dal presidente del Consiglio che da me, in giugno e ad agosto al termine di una riunione con i due vicepremier Salvini e Di Maio, e che delineano i confini di bilancio su cui si sta lavorando”.