Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Tragedia in piscina: bimbo incastrato nel bocchettone, è morto

CONDIVIDI

Tragedia nella piscina di un hotel. Un bimbo di soli sette anni è morto annegato mentre stava giocando in acqua: le cause sono ancora da accertare ma stando alle prime indiscrezioni riportate sui quotidiani locali, il bambino sarebbe morto dopo essere rimasto incastrato. L’incidente è avvenuto in Sardegna, in un albergo di Orosei, nel Nuorese, in via Lungomare: la giovane vittima, Richard Mulas, viveva in Ogliastra. Intorno a mezzogiorno, mentre stava giocando in piscina con alcuni amici, ha perso conoscenza ed è stato soccorso quando ci si è accorti del suo corpo che risaliva senza sensi. Immediatamente si è cercato di rianimare il piccolo mentre in pochi minuti sono intervenuti i soccorritori del 118 che sono andati avanti decine di minuti nel tentativo di salvarlo.

Le cause dell’incidente mortale

Nel frattempo sono sopraggiunti anche i carabinieri provenienti da Orosei che hanno effettuato i primi accertamenti, insieme a pm e medico legale, per poi avviare le indagini. Occorrerà far luce su quanto accaduto in quei drammatici istanti: stando a quanto riportato da l’Unione Sarda il bambino, che ha madre ecuadoregna e padre sardo, avrebbe probabilmente infilato la mano in un bocchettone della piscina. Sarebbe di conseguenza rimasto incastrato, finendo sott’acqua. Sono stati proprio i genitori ad allertare, insieme ai responsabili dell’hotel, 118 e carabinieri, giunti nell’albergo per provare a salvare il bimbo, senza però poter far nulla per tenerlo in vita. Le forze dell’ordine hanno raccolto diverse testimonianze allo scopo di accertare l’esatta dinamica dell’incidente e ricostruire la vicenda nei dettagli.

Daniele Orlandi