Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Gli effetti deleteri della televisione sui bambini, uno studio tedesco mostra gli inquietanti risultati

CONDIVIDI

Guardare troppa televisione fa male a tutti, agli adulti ed in special modo ai bambini. La televisione provoca danni che sono diversificati a seconda del tipo di pubblico che viene sottoposto al massiccio bombardamento proposto dai mezzi di comunicazione. Questo assunto, da molti vista come uno dei tanti luoghi comuni di cui si sente parlare con poca cognizione di causa, è supportato da alcune prove scientifiche che arrivano dalla Germania e che hanno il potere di inquietare chiunque si ritrovi ad esaminarle.

Germania, i bimbi che guardano molta televisione crescono peggio degli altri

In Germania un team di esperti ha condotto uno studio selezionando un campione di 2000 bambini di età compresa tra i 5 ed i 6 anni. Ai bambini è stato chiesto di disegnare un essere umano: i disegni che sono stati prodotti sono stati poi suddivisi in due gruppi, e cioè quelli realizzati da bambini che guardano la televisione poco meno di un’ora al giorno e quelli realizzati da bambini che guardano la televisione per più di tre ore al giorno.

I risultati (visibili nella figura che vi proponiamo e che abbiamo ripreso dalla pagina Facebook “Dott.ssa Martina Verdese- TNPEE- Riabilitazione neuropsicomotoria”) sono inquietanti e mostrano come i bambini che guardano la televisione per più tempo al giorno sviluppino meno la loro capacità creativa e siano meno attenti ai dettagli. Ne consegue la realizzazione di disegni che sembrano creati da bimbi molto più piccoli della loro effettiva età biologica, come se l’effetto della televisione fosse proprio quello di inibire un corretto sviluppo di tutte le aree del cervello di un bambino.

“Lobotomia da tv: la verità scientifica sugli effetti della televisione”: il libro di Michel Desmurget

Lobotomia da televisione” è l’espressione inquietante che è stata utilizzata per dare un’idea immediata di tutto ciò che la televisione può scatenare. I danni che può causare la troppa assuefazione da televisione sono anche altri e sono tutti documentati da Michel Desmurget, dottore in Neuroscienze, in un libro dato alle stampe già tre anni fa: “La vérité scientifique sur les effets de la télévision” (“Lobotomia da tv: la verità scientifica sugli effetti della televisione”).

Perdita del senso della realtà, limitando le proprie esperienze a quelle viste attraverso la televisione, con conseguente riduzione dei contatti sociali, calo dell’attenzione, calo del desiderio sessuale, maggiore propensione a cadere in dipendenze (alcol, droga), a sviluppare aggressività, malattie come l’obesità e molte altre conseguenze. Non solo, quindi, inibizione importante delle capacità intellettuali nei bambini ma anche effetti terribili per gli adulti o per gli stessi bambini che, una volta cresciuti, continuino ad assecondare la loro dipendenza dalla televisione. Un pericolo molto più grande di quello che si possa pensare e sul quale il libro di Michel Desmurget invita, senza dubbi, a riflettere.

Maria Mento