Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

15enne perde al videogame: quello che fa dopo è inconcepibile. “Una scena orrenda”

CONDIVIDI

15enne perde al videogame e si ammazza in casa 

15enne perde al videogame: esce di casa è quello che fa è inconcepibile. “Una scena orrenda”
La vittima, Pavel Matveev

Un ragazzino di 15 anni ha perso al videogame e per tutta risposta si sarebbe ucciso decapitandosi con una motosega.

Il tragico fatto è avvenuto in Russia, nel villaggio di Mogochino nella regione di Tomsk. Il 15enne Pavel Matveev è stato trovato senza vita nel cortile della sua casa: sarebbe stato ucciso da una motosega che gli ha inflitto delle ferite troppo gravi. 

“Si è ucciso per colpa del videogioco” 

Secondo fonti vicine alla famiglia, Pavel potrebbe essersi ucciso dopo aver perso ad un videogame dal quale era ossessionato. Diverse fonti russe hanno infatti sostenuto che il ragazzino si sarebbe decapitato da solo con una motosega dopo aver perso una partita.
Il 15enne era figlio di una madre single che gli aveva comprato un videogioco (non è chiaro di quale gioco si trattasse). La morte del 15enne, secondo una fonte femminile “molto vicina al ragazzo” sarebbe proprio collegata al videogioco. 

Passava ore davanti al computer a giocare a quel gioco e i suoi nervi ormai lo avevano abbandonato. Il suo cervello pensava solo ed esclusivamente a quel gioco” ha dichiarato la fonte.
Potrebbe quindi essere una tragedia terribile legata proprio all’ossessione per i videogame, che può tramutarsi in una vera e propria malattia. 

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news: http://bit.ly/NewNotizieNews