Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Pusher arrestato e scarcerato, aveva una gang armata di spranghe pronta a liberarlo 

CONDIVIDI

Pusher arrestato: aveva una scorta armata di spranghe 

Pusher arrestato e subito scarcerato, aveva una gang armata di spranghe pronta a liberarlo 
Foto d’archivio

A Ferrara un pusher con una scorta armata per liberarlo è stato arrestato, condannato per direttissima e quindi subito scarcerato perché incensurato e con permesso di soggiorno per motivi umanitari.
I carabinieri che l’hanno arrestato hanno visto avvicinarsi una scorta di ragazzi di colore armati di spranghe e di bastoni.

Scene da terzo mondo, da bidonville sudafricana? No, siamo a Ferrara, in Piazzale Stazione, dove qualche giorno fa i carabinieri hanno arrestato un giovane spacciatore nigeriano di eroina. Lo hanno arrestato grazie allo spray al peperoncino, dato che il nigeriano aveva cercato di scagliarsi contro i carabinieri: lo hanno ammanettato e portato in auto. Appena in tempo, il tutto si è svolto in una manciata di secondi, perché poi il 23enne sarebbe stato prontamente liberato dalla sua scorta armata. 

I carabinieri hanno notato a poca distanza una scorta armata di giovani di colore con spranghe e bastoni che si dirigevano verso di loro. La “scorta”, appunto, del pusher, pronta a liberarlo dalla macchina dei carabinieri. I quali hanno dato gas e subito portato in galera il pusher. 

“Mi scuso e non lo farò più” e viene scarcerato

Il quale però, neppure a dirlo, è stato subito liberato: è infatti incensurato, e in regola col permesso di soggiorno, con tanto di permesso rilasciato per motivi umanitari da pochi mesi dalla questura di Ferrara. Il nigeriano – che si è avvalso della facoltà di non rispondere senza dire chi gli aveva dato la droga – è stato condannato alla pena di 8 mesi di carcere per i 4 grammi di eroina che aveva addosso, ed è stato subito liberato perché incensurato.
Mi scuso e non lo farò più” le sue parole al giudice. 

L’organizzazione dello spaccio a Ferrara 

Intanto i fenomeni dello spaccio a Ferrara sembrano tutto, tranne che disorganizzati o mal gestiti. Uomini giovani, organizzati, gang armate per liberare gli spacciatori. In Italia intanto sono morte 167 persone di overdose solamente quest’anno, età media 38 anni: in 106 casi su 167, il killer è l’eroina, che sta tornando a riempire le nostre piazze.

Ma le prigioni sono piene, e quindi i pusher – che hanno sempre addosso pochi grammi di droga e ai quali non viene praticamente mai riconosciuta l’organizzazione nello spaccio – sono subito rilasciati. Liberi di tornare a spacciare morte; molti degli spacciatori sono stranieri, tanti i nigeriani. 

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news: http://bit.ly/NewNotizieNews