Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Vaccini, la maggioranza fa dietrofront. Si entra in classe solo se immunizzati

CONDIVIDI

vaccini
Vaccini, dietrofront del Governo: nuovo emendamento

Alla fine la maggioranza ha cambiato idea sui vaccini. Dopo le polemiche delle scorse settimane, l’emendamento al Milleproroghe presentato da Lega e Movimento 5 Stelle – approvato lo scorso mese di agosto con tantissime polemiche e feroci critiche dall’opposizione – è stato bloccato e “sostituito” con un altro emendamento.
A presentarlo sono stati gli stessi relatori del decreto legge, Vittoria Baldino e Giuseppe Bompane, tutti e due appartenenti al gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle. Il vecchio emendamento avrebbe permesso l’ingresso negli asili nido e nelle scuole materne anche ai bambini non vaccinati.
Evidentemente hanno avuto un certo peso i pareri contrari di tutti gli esperti che ieri sono stati ascoltati nell’audizione alle commissioni Affari Costituzionali e legislativa della Camera.

Lorenzin: “Sconfitta l’ignoranza, vince la scienza”

“Oggi abbiamo presentato un emendamento al Milleproroghe in materia di vaccini che sopprime quello già approvato ad agosto al Senato – ha spiegato la Baldino – Questo al fine di trattare le politiche vaccinali con un provvedimento normativo ad hoc: il ddl che abbiamo già depositato al Senato e di cui si inizierà l’esame nel più breve tempo possibile”.
Il dietrofront della maggioranza viene definito “una vittoria della scienza su ignoranza e pregiudizio” dall’ex ministro alla Salute, Beatrice Lorenzin. “Grazie al mondo scientifico, della scuola e della cultura e grazie alle forze politiche che si sono battute per ristabilire il primato della salute collettiva”.
NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google
News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news: