Home Cultura

Concilio di Nicea, scoperto il luogo dove si tenne il primo Concilio Ecumenico della storia?

0
CONDIVIDI

Chiesa ritrovata dagli archeologi nel sito dell'antica città di Nicea

Gli archeologi ne sono sicuri: si tratta di alcune rovine, oggi sommerse, che si trovano in prossimità del lago di Ascanio, oggi lago di İznik (Turchia)

Dopo anni ed anni di ricerche, condotte con il solo scopo di individuare i resti monumentali (o altro di attinente) dell’edificio che nel 325 d.C. ospitò il primo Concilio Ecumenico della storia del Cristianesimo, l’archeologo Mustafa Şahin è certo di aver finalmente fatto la scoperta forse più importante della sua carriera. Si parla di alcune rovine sommerse (ve le mostriamo in foto) scoperte nei pressi del lago di İznik, in Turchia. La zona è quella dove anticamente sorgeva l’antica città di Nicea.

Concilio di Nicea, in fondo al lago i resti di una Chiesa di valore forse storico

Il Concilio di Nicea, tenutosi alla presenza dell’imperatore Costantino I (il primo imperatore della storia di Roma a convertirsi al Cristianesimo, già definita come religio licita dall’Editto di Serdica emanato da Galerio), venne indetto con lo scopo di sanare la frattura che si era creata inseno alla neonata Chiesa dopo le predicazioni di Ario. La divergenza ruotava intorno alla questione, spinosa, della natura di Cristo: nato dal Padre o creato dal nulla?

A distanza di quasi 2000 anni da quegli storici momenti, un archeologo ha dedicato la sua vita alla ricerca delle tracce materiali (monumentali e non )lasciate dal Concilio di Nicea. Mustafa Şahin lavora nei pressi del lago di Ascanio dal 2006 ma, in più di dieci anni di lavori, non era mai venuto alla luce niente di significativo. Poi, la sorpresa grazie a delle fotografie aeree commissionate dai membri della Provincia di Bursa.

Ecco cos’ha dichiarato il Dott. Mustafa Şahin: “Il team di fotografi del municipio di Bursa ha catturato le foto aeree del lago dal 2013, ma non aveva pensato di contattare alcun esperto. Così, quando hanno iniziato a riprendere immagini aeree del lago, il membro del team Saffet Yilmaz mi ha contattato chiedendomi se i resti della struttura avessero potuto significare qualcosa. Quando vidi per la prima volta le immagini del lago, fui abbastanza sorpreso nel vedere chiaramente una struttura ecclesiastica. Stavo facendo sondaggi sul campo a Iznik dal 2006 e non avevo ancora scoperto una magnifica struttura del genere.”

Gli archeologi subacquei si sono messi al lavoro e, stando a quando emerge dalle prime notizie messe a disposizione, siamo di fronte ad una Chiesa distrutta da un terremoto nel 740 d.C. ed in seguito sommersa dalle acque del lago.

Maria Mento

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google
News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news:
http://bit.ly/NewNotizieNews