Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Conte non ha rinunciato al concorso. Ha solo chiesto lo spostamento dell’esame

CONDIVIDI

conte
Giuseppe Conte non rinuncia al concorso

Conte rinuncia, anzi no. Nei giorni scorsi era scoppiata una polemica sul presidente del Consiglio, che risultava tra i partecipanti ad un concorso per diventare professore di diritto privato all’Università “La Sapienza” di Roma.

Giuseppe Conte, premier della maggioranza di governo composta da Movimento 5 Stelle e Lega, aveva subito dissolto le nubi, precisando che avrebbe rinunciato al concorso perchè impegnato nella carica di primo ministro. Tuttavia le cose non stanno esattamente così.

Gli altri due candidati decidono per il rinvio

Stamane, infatti, ai due candidati che si sono presentati per svolgere la prova di inglese – Giovanni Perlingeri, figlio del giurista Pietro, e Mauro Orlandi, allievo del professor Natalino Irti – è stato chiesto se fossero intenzionati a svolgere l’esame subito o se avessero preferito attendere anche l’altro candidato, che aveva chiesto lo spostamento della prova per “motivi istituzionali”. Nessuna rinuncia da parte di Conte, quindi, ma solo uno “spostamento”. I due candidati presenti hanno preferito rinviare e aspettare il premier.

Il concorso era stato indetto il 14 dicembre 2017. La cattedra della Sapienza si libererà il prossimo 31 ottobre con il pensionamento del professor Guido Alpa. Non è certo un caso se uno degli allievi prediletti del docente prossimo alla pensione è stato proprio Giuseppe Conte. Sulla vicenda è intervenuto anche il New York Times, che si è chiesto se il presidente del Consiglio italiano fosse alla ricerca di “un impiego di riserva”.

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google
News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news: