Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Jim Carrey a ruota libera: “Dobbiamo dire sì al socialismo”. La destra lo attacca: “Vattene in Venezuela”

0
CONDIVIDI

jim carrey
Jim Carrey: “Dobbiamo dire sì al socialismo”

Se c’erano ancora dubbi su quale fosse l’orientamento politico di Jim Carrey, è stato lo stesso attore a spazzarli via tutti. Carrey è intervenuto venerdì su “Real Time With Bill Maher”, un programma statunitense, dove ha chiarito totalmente da che parte è schierato.

L’attore ha innanzitutto paragonato il presidente Trump a un venditore di auto usate e in seguito ha esortato i democratici ad abbracciare il socialismo.

“Dobbiamo dire di sì al socialismo, alla parola e tutto”, ha insistito l’attore, “dobbiamo smettere di scusarci”.

Il conduttore del programma, Bill Maher, ha ricordato a Jim Carrey una serie di candidati che hanno vinto recentemente le elezioni con “proposte liberali”, tra cui Ayanna Pressley nel Massachusetts, Stacey Abrams in Georgia e Alexandria Ocasio-Cortez a New York, che si è apertamente definita socialista democratica.

I conservatori attaccano Carrey: “Vai in Venezuela”

Ma Carrey ha rincarato la dose, affermando che i repubblicani cercano “di spaventare la gente” quando dicono che gli Stati Uniti finirebbero come il Venezuela con la parola “socialismo”.

Com’era prevedibile, le frasi di Carrey non hanno fatto piacere ai conservatori.

In un tweet, la collaboratrice di Fox News, Michelle Malkin, ha detto che Carrey “dovrebbe acquistare un biglietto di sola andata per Caracas, e non tornare più”. L’ex governatore dell’Arkansas Mike Huckabee, ha accusato l’attore di essere “scemo e più scemo”, un chiaro riferimento al famoso film del 1994 che contribuì a far diventare Jim Carrey una star mondiale.

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google
News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news: