Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

La polizia cerca gli immigrati della Diciotti a Ventimiglia: “Così possono costituirsi contro Salvini…”

CONDIVIDI

Polizia cerca immigrati a Ventimiglia per processo 

La polizia cerca gli immigrati della Diciotti a Ventimiglia: “Così possono costituirsi contro Salvini…”
Diciotti, stranieri a Ventimiglia

La procura di Palermo ha incaricato gli agenti del commissariato della polizia a Ventimiglia di rintracciare gli stranieri della Diciotti, che sono fuggiti da Rocca di Papa. I 34 stranieri, che l’associazione Baobab ha trasportato in segreto a Ventimiglia con un bus, devono ricevere un atto giudiziario che li riconosce parti offese.
In questo modo, se un domani il ministro dell’interno Matteo Salvini dovesse esser rinviato a giudizio, gli stranieri potrebbero costituirsi parte civile. E chiedere quindi nei suoi confronti il risarcimento. 

Secondo le prime informazioni al momento la polizia avrebbe rintracciato circa 10 stranieri ai quali però non sembra interessare molto la questione. Infatti l’unica cosa che sembra interessare agli eritrei è raggiungere la Francia il prima possibile. 

“Così potranno costituirsi contro Salvini”

Il ricco fascicolo che il magistrato di Magistratura Democratica, Luigi Patronaggio della Procura di Agrigento, ha aperto contro Salvini contiene il sequestro di persona, arresto illegale e abuso d’ufficio. 

Intanto i rappresentanti di Baobab Experience, gli stessi che – con soldi dei quali ancora non è stata chiarita la provenienza – hanno noleggiato un bus per far raggiungere in segreto Ventimiglia agli stranieri, forniscono assistenza legale agli stranieri. “I migranti hanno presentato delega ai legali che collaborano con Baobab per valutare se ci sono gli estremi per costituirsi parte civile al processo penale e per una denuncia civile per detenzione illegittima a bordo della nave” dice Giovanna Cavallo, Responsabile del Team Legale Baobab Experience. 

Salvini non sembra affatto impressionato dalla mobilitazione dell’associazione, già sciolta nel 2015, contro di lui. “42 presunti profughi pronti a denunciarmi. Per me sono altre 42 medaglie! La pacchia è finita, prima gli italiani!” ha commentato.  

Responsabile Baobab: “Non abbiamo commesso reati”

“Salvini ha detto delle bugie: non sono clandestini, fuggiaschi e ricercati, hanno il diritto di muoversi in Italia, perché regolarmente identificati dalla questura. Noi li abbiamo solo accompagnati fino a Ventimiglia affittando un pullman” commenta Andrea Costa. Costa, segnalato nel 2004 per rifiuto di fornire generalità , minacce, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali, mentì sul fatto che stavano trasportando gli stranieri fino a Ventimiglia. 

Abbiamo fatto un gesto utile e simbolico: abbiamo affittato un pullman per far muovere le persone sul territorio nazionale, persone che vogliono liberamente spostarsi e che non sono dei fuggitivi”. Non è d’accordo con Costa il sindaco di Ventimiglia che si è visto arrivare al campo decine di stranieri senza preavviso. “Così si crea un precedente” ha commentato il sindaco, del Pd, che ha anche aggiunto che associazioni come Baobab “sottostimano la realtà”.

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google
News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news:
http://bit.ly/NewNotizieNews