Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Choc: litiga con la compagna e uccide a coltellate il figlio fra le braccia della madre

0
CONDIVIDI

Mugello choc, tenta di sterminare la famiglia ed uccide il figlio

Choc: litiga con la compagna e cerca di sterminare la famiglia, uccide a coltellate il bimbo di un anno 
L’assassino Niccolò Patriarchi e la scientifica con l’arma del delitto

Choc in Mugello: un uomo ha litigato con la compagna ed ha ammazzato a coltellate Michele, il loro bimbo di un anno.

Il fatto è avvenuto a Scarperia, nel Mugello, provincia di Firenze. Michele, un anno di vita, è morto per mano di chi avrebbe dovuto proteggerlo, Niccolò Patriarchi, il padre di 34 anni.

L’uomo stava litigando con la compagna Annalisa Landi. La lite s’è fatta violenta ed ha preso il coltello per colpire Michele, poi ha cercato di colpire e uccidere anche l’altra figlia di 7 anni. Quest’ultima però è stata protetta dalla madre che le ha fatto scudo col corpo. 

La donna è scappata sul balcone

La dinamica degli avvenimenti è terrificante e straziante. La lite era stata molto violenta e l’uomo ha minacciato la sua compagna con un coltello. La donna, spaventata, ha preso la figlia e il bambino piccolo in braccio ed è scappata sul terrazzo per chiamare aiuto. Il compagno l’ha raggiunta e ha colpito Annalisa e il figlio Michele con un coltello da cucina, non lasciando scampo al piccolo. 

Choc: litiga con la compagna e uccide a coltellate il figlio fra le braccia della madre
Annalisa Landi, la convivente

I familiari, genitori e il fratello della donna, sono arrivati nell’abitazione in tempo per salvare Annalisa e la figlia di 7 anni ed avvisare i carabinieri. Purtroppo Michele non ce l’ha fatta e per le gravi ferite è morto sul colpo. 

Annalisa è rimasta ferita alla testa ed agli arti ma non sarebbe in pericolo di vita. La 30enne è stata subito portata pronto soccorso dell’ospedale di Borgo San Lorenzo assieme alla figlia. L’altra figlia di 7 anni è illesa grazie alla madre che le ha fatto da scudo col corpo ed è in stato di choc.
Il piccolo Michele aveva festeggiato il suo primo anno di vita il 3 settembre scorso.

L’allarme della nonna: “Hanno ucciso mio nipote”

A dare l’allarme la nonna del piccolo attorno alle 20: “Hanno ucciso mio nipote” ha detto disperatamente al 112 la donna. I militari hanno trovato il 4enne in stato di choc, quando si sono recati nel casolare dove la coppia viveva, luogo dell’omicidio. In un lago di sangue c’era il povero Michele, e Annalisa Landi, la compagna dell’uomo. Patriarchi è stato arrestato immediatamente: probabilmente intendeva uccidere tutta la famiglia. 

Patriarchi, 34 anni, era un programmatore informatico. Sia lui che la convivente erano già noti alle forze dell’ordine per le liti e non solo: lui per truffa e frode informatica, la donna per truffa. Sul posto la Sezione scientifica del Comando provinciale dei carabinieri di Firenze per il sopralluogo. Patriarchi è stato portato in carcere: il coltello da cucina nonché arma del delitto è stato trovato in giardino. 

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news: http://bit.ly/NewNotizieNews