Home Tempi Postmoderni Curiosità

“Il mondo finirà nel 2060”: la predizione è di Isaac Newton

CONDIVIDI
Isaac Newton
(Websource)

Ad Isaac Newton dobbiamo la scoperta della legge di gravità, ma anche la predizione della fine del mondo che per lo scienziato si verificherà nel 2060.

Siamo ormai abituati a leggere predizioni catastrofiche che annunciano la fine del mondo per le più svariate cause, alle volte si tratta dell’interpretazione di passi della Bibbia, altre di calendari che finiscono in un data precisa, e altre ancora al verificarsi di fenomeni astronomici che hanno una spiegazione ben precisa sconosciuta ai profeti di disgrazie. Per fortuna di tutti noi che ne possiamo parlare tra il serio ed il faceto, tali previsioni si sono rivelate al momento tutte errate ed il numero di errori è tale da indurci a pensare che qualsiasi previsione non debba  assolutamente preoccuparci.

La previsione della fine del mondo di Isaac Newton

Tra i tanti che hanno provato a dare una data di scadenza all’esistenza sulla terra c’è da annoverare anche Isaac Newton (si proprio quello che ha formulato la teoria della gravità). Lo scienziato era anche uno studioso dei testi sacri e dalla sua analisi personale della Bibbia ha estratto dei passi che indicherebbero la data esatta della fine del mondo, o perlomeno di quello che conosciamo in favore di una nuova era divina.

Newton spese un bel po’ di tempo ad analizzare e catalogare gli eventi passati per cercare di dargli un ordine, un senso unico che dimostrasse la sua idea, ovvero che tutto ciò che accade è già stato stabilito da Dio. La sua strutturazione degli eventi cronologici portava ad una stima del tempo rimanente agli esseri umani sulla terra prima dell’arrivo del “Regno di Dio“, insomma cercava di stabilire una data precisa dell’apocalisse e dell’ascensione. Secondo i suoi calcoli la storia umana si concluderà 1260 anni dopo la fondazione del Sacro Romano Impero (800 DC), ovvero nel 2060. La previsione non ha nulla di scientifico ed è basata semplicemente sulla fede cristiana di Newton e sull’osservazione di corsi e ricorsi storici, dovremmo attendere però altri 42 anni prima di scoprire se aveva indovinato.

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news: http://bit.ly/NewNotizieNews