Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica

Macron accusa l’Italia per la crisi dei migranti, Salvini risponde: “Non accettiamo lezioni”

CONDIVIDI
Salvini
(Websource)

Continua la querelle tra Macron e Salvini, il presidente francese lo accusa di aver causato la crisi dei migranti, ministro dell’Interno risponde di non accettare lezioni di umanità.

Il diniego dell’Italia a concedere asilo nei porti italiani alle Ong continua a far discutere anche all’estero. Il presidente francese Macron è tornato infatti ad attaccare il nostro governo sostenendo che la politica attuata ha causato una crisi di migranti. Un’affermazione, quella del leader di En Marche, che non è stata gradita dal ministro dell’Interno Salvini, il quale ha risposto duramente alle accuse mosse: “Non accettiamo lezioni di diritto o di umanità da parte del signor Macron: negli ultimi mesi ha blindato le frontiere con l’Italia e ha respinto più di 50mila immigrati, soprattutto donne e bambini”. Il riferimento è ovviamente alla situazione di Ventimiglia ed al dossier pubblicato qualche mese fa.

Salvini: “Arrestati dei trafficanti di esseri umani, avanti così”

Incurante delle critiche sin dal giorno in cui ha ottenuto l’incarico di ministro dell’Interno, Matteo Salvini va avanti sulla propria strada, sicuro che la politica adottata non porterà vantaggi solamente ai cittadini italiani, ma anche ai migranti che vengono quotidianamente sfruttati nel nostro Paese. A conferirgli questa sicurezza sono i dati sugli arresti: “Arrestati dai carabinieri di Alassio (Savona) 6 bengalesi, responsabili di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, estorsione e altro. Per 6.000 euro a testa facevano arrivare in Italia propri connazionali e, dopo aver procurato i permessi di soggiorno per motivi umanitari, li costringevano a vivere in case sovraffollate e ad avviare piccole attività commerciali, obbligandoli a rifornirsi della merce da uno degli indagati”.

Ci si chiede se le indagini e gli arresti non potrebbero essere fatti anche permettendo ai richiedenti asilo di entrare in Italia, visto che nella situazione citata la maggior parte di loro non erano criminali ma vittime degli stessi, ma per il leader del carroccio così la giustizia funziona meglio, ed infatti dice: “Capito perché occorre regolamentare, controllare e limitare la concessione di ‘protezioni umanitarie’, come previsto nel decreto sicurezza? Alla faccia delle critiche dei soliti buonisti abituati a chiacchierare dal loro salotto, io vado avanti!”.

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news: http://bit.ly/NewNotizieNews