Home Notizie dal territorio

Se ne va il Zanza: il più grande playboy di Rimini muore per un malore, mentre s’appartava con una 23enne dell’Est

0
CONDIVIDI

Era considerato uno dei più grandi playboy di Rimini, già terra di playboy. Usiamo il passato, perché se n’è andato ieri, mentre faceva quello in cui meglio riusciva: sedurre donzelle, meglio se provenienti da fuori.

Parliamo di Maurizio Zanfanti, anche conosciuto Zanza, definito come il re dei “vitelloni” romagnoli (un personaggio così celebra da aver avuto un’intera pagina dedicata dal giornale tedesco ‘Bild’): raccontava di aver aver avuto rapporti con migliaia di turiste e la sua fama aveva iniziato a circolare negli anni ’70, quando la Riviera romagnola era tra le mete preferite di decine di migliaia di avvenenti ragazze provenienti dall’Italia e, soprattutto, dall’estero. Meta preferita per il fatto che – oltre al mare – la Riviera offriva decine di locali – per i quali il Zanza lavorava come buttadentro durante la stagione.

Muore Maurizio Zanfanti, detto il Zanza, simbolo di una Rimini che non c’è più

Ma quella Rimini adesso non c’è più (“La Rimini di oggi è molto diversa. Eravamo un paradiso, abbiamo perso molto, giochiamo in difesa, le straniere sono pochissime”, dichiarava tre anni fa con amarezza il Zanza al ‘Resto del Carlino’, nell’intervista dedicatagli al momento del pensionamento) e adesso non c’è più nemmeno il Zanza: secondo le indiscrezioni riportate da RiminiToday, “Zanfanti si era appartato con una 23enne dell’est Europa per un rapporto sessuale in via Pradella, dove possedeva un terreno agricolo, quando improvvisamente ha avuto un malore“. Nonostante l’intervento del 118, allertato da un amico comune della ragazza e del Zanza, per l’uomo – 63 anni – non c’è stato nulla da fare.

Di seguito le immagini di una delle poche testimonianze video legate al Zanza presenti su YouTube: