Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Troppi immigrati in piazza in città, “Situazione pericolosa”. E il sindaco toglie il WiFi gratuito 

0
CONDIVIDI

Sindaco toglie il wifi, scoppia il caos 

Troppa gente che sta a fare niente nella piazza del Paese, il sindaco Massimo Zedda (ex PD, ora Indipendente di Sinistra) di Cagliari ha deciso di togliere il WiFi. Addio al WiFi in piazza dei Carmine, centro di Cagliari, per la presenza di tantissimi stranieri che bighellonavano nella zona per prendere il segnale. Secondo il sindaco si tratta dell’unico modo di ripristinare la sicurezza nel cuore della città. 

Il sindaco, oltre ad eliminare il Wifi – sfruttato da moltissimi stranieri che frequentano la piazza – ha chiesto anche maggiori controlli per la sicurezza. 

Zedda ha anche sottolineato che si tratta di “Iniziative concordate con le forze dell’ordine al tavolo della sicurezza in Prefettura”. 

Contro l’iniziativa di Zedda si è scagliata la sinistra, come Matteo Lecis Cocco Ortu, consigliere Pd, che dice “E’ una fobia che rappresenta la paura e l’ostilità per la povertà o per i poveri. Può essere anche interpretata come la ripugnanza o l’ostilità davanti al povero o all’indifeso”. Perfino la destra, come l’ex candidato di Forza Italia Roberto Mura, dice che “il sindaco di Cagliari allarga le braccia e dimostra di non avere gli strumenti e le capacità per garantire la sicurezza nella nostra città”. 

Proteste degli immigrati 

Casteddu Online, giornale locale, intervista i nordafricani che sono rimasti senza WiFi e si lamentano. “Zedda, non siamo cattivi ma una grande famiglia. Tanti di noi non hanno lavoro e vogliono i documenti per partire, siamo trattati peggio degli animali” dice uno di loro. 

“I cattivi? Sono ovunque. È l’Italia che non di dà nulla di nulla, c’è chi vorrebbe pure tornare al suo Paese” dice un altro. 

Un 25enne del Senegal sostiene: “Se lasciano la rete wi-fi fanno un piacere alle persone che non hanno nemmeno un centesimo per potersi sentire con la famiglia. Qui non si vive comunque, io lavoro nelle campagne sarde e sono qui da quindici anni. L’Italia ha preso gli immigrati e lo ha buttati nelle strade, a casa nostra se prendiamo una persona le diamo un tetto e da mangiare”. “Gli italiani non si sono presi le proprie responsabilità, devono aiutare questi ragazzi che fuggono dalla guerra”. “Qui c’è solo umiliazione, chi scappa dai paesi poveri è perché cerca di meglio. Molti stranieri arrivati non conoscevano l’alcol, adesso bevono 24 ore su 24 perché hanno problemi da risolvere”. 

Parole destinate ad infiammare la polemica. 

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news: http://bit.ly/NewNotizieNews