Home Spettacolo

Bloccata la docufiction “Florence”? Matteo Renzi cade nella trappola di “Scherzi a parte”

CONDIVIDI

Matteo Renzi e Lucio Presta sul set di FlorenceMatteo Renzi, ex Premier ed ex Segretario del PD, si è inventato una nuova carriera da divulgatore. Il politico, però, è caduto nella rete di “Scherzi a parte”

Matteo Renzi come Alberto Angela? Alberto Angela è più bravo, a suo dire, ma ciò non ha impedito a Matteo Renzi di reinventarsi come novello divulgatore. L’ex Primo Ministro realizzerà un programma televisivo che avrà per titolo “Florence” e sarà incentrato, come il titolo già rivela, su Firenze. “Scherzi a parte” ha preso di mira Renzi e le registrazioni del programma, confezionando uno scherzo che ha messo molta paura al membro del PD.

Matteo Renzi e lo scherzo su “Florence”: complice anche Lucio Presta

Matteo Renzi è finito nella rete di “Scherzi a parte ed è stato vittima di uno scherzo esilarante. Grazie alla complicità di Lucio Presta, che produrrà la docufiction intitolata “Florence” che vedrà proprio Renzi agire in qualità di narratore, il più famoso programma televisivo italiano dedicato agli Scherzi ha colpito ancora.

Il tuo programma Florence non si fa più”, sarebbe stato detto ad un Matteo Renzi sgomento, che credeva di dover girare una delle scene della docufiction ed invece ha ricevuto una vera doccia fredda. A riportare l’episodio è stata la cronaca fiorentina de La Nazione.

Portato in un ristorante che si trova sulle colline che circondano Firenze per iniziare le riprese, il cast– messosi d’accordo con la troupe di “Scherzi a parte”- avrebbe fatto credere all’ex Premier che era tutto annullato.

Le riprese realizzate in precedenza non andavano bene e questo aveva orientato la scelta della produzione. Non sappiamo, al momento, come abbia reagito Matteo Renzi: la puntata di “Scherzi a Parte” in questione andrà in onda il prossimo novembre.

Maria Mento

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google
News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news:
http://bit.ly/NewNotizieNews