Home Notizie dal territorio

Dramma sulla costa laziale: 50enne risucchiato da un elicottero militare mentre fa kitesurfing

CONDIVIDI

Un 50enne romano stava facendo kitesurfing a Torre Flavia, nel mare di Ladispoli (nel Lazio), quando è stato risucchiato dal vortice d’aria creato dalle eliche di un elicottero miliare ed è stato sbalzato sulla terraferma: a causa dell’incidente – avvenuto dinnanzi agli occhi della moglie – l’uomo ha riportato lesioni interne e traumi.

Secondo quanto riferito da diverse fonti online, l’elicottero (probabilmente un Augusta Westland Aw 139) apparterrebbe a una forza armata non italiana (corriere.it parla di elicottero maltese) ed era impegnato in una esercitazione.

Attualmente l’uomo si trova al Policlinico Gemelli di Roma in rianimazione e in prognosi riservata, al Policlinico Gemelli di Roma.

Mentre la procura militare e la procura di Civitavecchia hanno aperto due inchieste parallele per indagare sull’accaduto, a Ladipoli è divampata la polemica per i voli a bassa altezza di parecchi velivoli nell’area: secondo molti testimoni, oltre all’aereo miltiare in questione, parecchi altri velivoli volavano in quelo momento anche a meno di 100 metri d’altezza sul mare. Già da giorni gli abitanti di zona protestano per questo motivo anche perché, come spiegato sempre al corriere.it da Corrado Battisti, responsabile per conto della Città Metropolitana di Roma della palude di Torre Flavia – area naturale protetta attraverso cui è necessario passare per giungere alla spiaggia dov’è avvenuto il drammatico incidente: “La palude non può essere sorvolata da nessun aereo, a noi non risulta che gli elicotteri avessero questa possibilità”.

(Foto d’archivio)

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google News.
Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news:http://bit.ly/NewNotizieNews