Home Cultura

Atlantide finalmente identificata? Parla lo studioso che si è convinto di averla trovata

CONDIVIDI

Matt Sibson, di professione storico, è convinto di aver identificato la leggendaria isola di Atlantide: si troverebbe al largo delle coste irlandesi

La mitica isola di Atlantide, menzionata per la prima volta dal filosofo greco Platone e collocata al di là delle Colonne d’Ercole, esisterebbe davvero. Ne è fermamente convinto lo storico Matt Sibson, il quale ha lanciato l’ennesima teoria sulla sua identificazione; si tratterebbe di un’isola che si trova al largo delle coste dell’Irlanda.

Atlantide esiste davvero? Ecco le scoperte dello storico Matt Sibson

L’isola di Atlantide esiste e non si tratterebbe di una mera invenzione “letteraria” di Platone. Il filosofo sovente utilizzava delle metafore per spiegare le sue ideologie politiche e da sempre si è creduto che quello di Atlantide fosse, per l’appunto, un mito.

Dell’esistenza dell’isolotto si è fermamente convinto lo studioso anglosassone Matt Sibson. Sibson, che gestisce il canale YouTubeAncient Artefacts”, è sicuro di aver individuato un’isoletta- al largo delle coste irlandesi- che potrebbe essere quella di cui si narra nei “Dialoghi” platonici.

Un’isola che adesso è stata parzialmente sommersa dall’Oceano Atlantico ha catturato l’attenzione di Matt Sibson. L’uomo, 36 anni e originario di Leicester, ha parlato ai microfoni del Daily Star Online, una testata che ha sempre dato molto spazio alle scoperte dello studioso.

Si chiama Rockall e si tratta di una grande lastra di granito nell’Oceano Atlantico. La gente del 1700 parlava anche di un certo numero di altre rocce intorno a cui si innalzava anche sopra il terreno. Quindi se in soli 300 anni è successo così tanto (a livello di innalzamento delle acque, ndr), forse 10.000 anni poteva trattarsi di un’intera isola“, ha rivelato Matt Sibson, facendo un sunto delle sue ricerche.

Lo studioso ha fatto altre rivelazioni, basandosi sullo studio del testo di Platone. Il filosofo parla di un Atlantide sommersa circa 11600 anni fa, in un momento cioè in cui la Terra stava vivendo uno dei suoi periodi di glaciazione, complicato forse dalla caduta di una cometa sul Pianeta. Tutti questi fattori avrebbero complicato la situazione, scatenando maremoti ed anche terremoti. Non è escluso che questo abbia causato il parziale affondamento dell’isola.

Maria Mento

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google
News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news:
http://bit.ly/NewNotizieNews