Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Germania, bisogna riportare i migranti in Italia: ecco le misure studiate da Angela Merkel

CONDIVIDI

La cancelliera tedesca Angela Merkel contro i migranti: ha disposto che un volo charter possa riportare in Italia quelli che erano arrivati in Germania

Angela Merkel e la Germania stanno pensando ad un piano che possa permettere di rimandare in Italia quei migranti richiedenti asilo che sono riusciti a varcare il confine tedesco. Tramite lettera è stato comunicato ai migranti che due voli charter sarebbero pronti a partire, a distanza di due giorni l’uno dall’altro, per riportarli nella nostra penisola: il primo volto è previsto tra tre giorni, il 9 ottobre, mentre il secondo coprirà la tratta Germania-Italia il prossimo 19 ottobre.

Angela Merkel contro i migranti, il piano per riportarli in Italia

Il Trattato di Dublino sembrerebbe parlare chiaro: dal momento che i migranti richiedenti asilo che sono arrivati in Germania sono sbarcati in Italia, in Italia devono tornare e deve essere il nostro Paese ad occuparsi delle loro richieste di asilo.

La Germania di Angela Merkel è intenzionata a mandare indietro i migranti che hanno varcato il confine, e questo dopo il fallimento dell’accordo relativo a ricollocamenti e respingimenti proposto dal Ministro tedesco Horst Seehofer che è stato rifiutato dal Ministro degli Interni Matteo Salvini.

Questi migranti sono definiti “dublinati”: si tratta di persone sbarcate in Italia, identificate nel nostro Paese e poi partite alla volta di un’altra nazione dell’Unione Europea. La Germania ha velocizzato il processo che porterà ad essere ricollocati i migranti presenti sul territorio tedesco.

A farlo sapere è stato l’Avvocato Petra Huber, cioè una delle professioniste che assistono i profughi in Baviera. I “rimpatri” ci sono sempre stati ma adesso sarebbe cresciuto il volume delle persone rimandate indietro.

Secondo quanto detto da Stephen Reichel, presidente dell’associazione “Matteo”, molti migranti hanno ricevuto una lettera in cui si spiega che dovranno essere riportati in Italia nei prossimi giorni del 9 e 19 ottobre per mezzo di alcuni voli charter.

Il Viminale ha però smentito il numero dei dublinati rimandati indietro dalla Germania: si parlerebbe di una percentuale che dall’1% è cresciuta fino al 10%, ma si tratta di dati che ufficialmente non trovano riscontro.

(Foto d’archivio)

Maria Mento

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google
News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news:
http://bit.ly/NewNotizieNews