Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Terremoto nella notte nel catanese, la scossa sveglia tutti. Panico nella popolazione, ci sono danni

CONDIVIDI

sismografo Terremoto a Catania, danni agli edifici

Il terrore ha fatto capolino alle 2:34 della notte scorsa. Un boato, poi tutto che comincia a muoversi. Tantissime le persone che si sono svegliate con la terra che tremava: in molti si sono riversati sui social, spaventati dalla scossa e preoccupati per l’arrivo di qualcosa di ancora più forte.

L’evento sismico, di magnitudo 4.8, si è verificato a due chilometri da Santa Maria di Licodia, in provincia di Catania, ad una profondità di 9 chilometri. Da giorni le popolazioni del catanese stavano avvertendo nettamente delle lievi scosse sismiche, ma quella di stanotte ha fatto davvero paura.

Il terremoto è stato sentito da Messina a Ragusa. In precedenza si erano verificate altre due scosse vicino a Bronte, la prima (magnitudo 2.2) alle ore 2.14, l’altra (magnitudo 2.0) alle 2.26. Alle ore 2.59, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) ha registrato una nuova scossa nella zona di Biancavilla di magnitudo 2.5.

Il sindaco: “Non cediamo al panico”

Il terremoto ha provocato qualche danno a Santa Maria di Licodia, Adrano e Biancavilla, che risultano essere i centri maggiormente interessati dall’evento sismico. Secondo i vigili del fuoco si tratta di danni non strutturali, ma le verifiche sono ancora in corso.

Antonio Bonanno, sindaco di Biancavilla, ha scritto un post su Facebook invitando i concittadini a non lasciarsi vincere dal panico. “A chi si trova fuori di casa diciamo di evitare di restare in prossimità di balconi e, dunque, di abitazioni”.

Una quarantina le persone ricoverate per attacchi di panico o lievi ferite.

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google
News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news: