Sisma da 6 di magnitudo nella zona devastata nel 2010: 11 morti, danni a strade ed edifici

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:51

Un sisma da 5.8 di magnitudo (6 secondo quanto riportato dall’ingv, sui cui dati sempre ci basiamo) ha scosso nella sera di sabato (erano da poco passate le 20 nell’area, le 2 di notte da noi) Haiti, terra già devastata da un terribile terremoto nel 2010, allocata nella cosiddetta cintura di fuoco.

In questa occasione – parliamo del sisma più forte proprio dal 2010 – sono stati riportati danni a strade ed edifici (un auditorium è crollato a Gros-Morne, causando una vittima).

L’epicentro è stato individuato ad una ventina di kilometri da Port-de-Paix, cittadina nel nord dell’isola caraibica, ad una profondità di 10 kilometri.

Se nel 2010 il terremoto causò una vera e propria strage (con oltre 200.000 morti), in questa occasione i morti sono stati una misura infinitamente minore ma comunque tragica: sarebbero infatti almeno undici le persone morte in seguito a questo terribile terremoto, secondo quanto riportato da diverse fonti ufficiali.

Di seguito, il punto dove è stato individuato l’epicentro del terribile sisma:

La protezione civile di Haiti ha inoltre riportato la presenza di diversi feriti. Con l’agenzia della protezione civile che ha dichiarato: “Le nostre squadre da nord a sud stanno assistendo a uno stato di panico in alcune città”.

Dal canto suo il presidente di Haiti, Jovenel Moïse, ha dichiarato: “Un terremoto di magnitudo 5.8 ha colpito Haiti. Secondo i primi rapporti della Protezione Civile, ci sono danni nell’estremo nord dell’isola. Sto lavorando a stretto contatto con le autorità per una risposta adeguata all’emergenza”.