Home Notizie dal territorio

Minacce per Claudio Fava: recapitata all’Ars una busta con proiettile calibro 7,65 (come quelli che uccisero il padre)

CONDIVIDI

Claudio Fava, già Coordinatore Nazionale del movimento Sinistra Democratica, Parlamentare europeo e deputato della Repubblica, nonché attuale presidente della commissione regionale Antimafia (per la Sicilia), ha ricevuto nella giornata di ieri una busta contenente il bossolo di un proiettile calibro 7,65, recapitata proprio presso l’Ars (l’Assemblea regionale siciliana): una chiara minaccia a Fava, che rievoca frattanto l’omicidio del padre – il giornalista Giuseppe Fava – ucciso dalla mafia il 5 gennaio del 1984, colpito a morte proprio da cinque proiettili calibro 7,65.

La Digos ha immediatamente avviato le indagini per risalire agli autori della minaccia.

Fava, nel ruolo di presidente della commissione regionale Antimafia, si sta mostrando molto attivo, tra inchieste sul caso Montante (legata all’arresto di Antonello Montante, ex presidente degli industriali siciliani) e sui depistaggi di via D’Amelio e la proposta – approvata la scorsa settimana – di imporre ai parlamentari di dichiarare l’eventuale appartenenza alla massoneria.

Minacce a Claudio Fava, le reazioni del mondo politico

Trasversali i messaggi di condanna del mondo politico. Il ministro dell’Interno Salvini ha dichiarato: “Si tratta di un atto vile e indegno di un Paese civile”, annunciando la volontà di incontrare al più presto Fava.

Il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè, dal canto suo: “Sono solidale con il presidente della commissione regionale Antimafia, Claudio Fava. Esprimo massima solidarietà, anche a nome dell’intero Parlamento siciliano, all’onorevole Fava vittima dell’ennesimo preoccupante episodio intimidatorio, che rivela un clima di odio che va condannato. Siamo certi che Fava proseguirà nel suo impegno politico di denuncia e per l’affermazione della legalità, senza lasciarsi turbare da questo vile episodio”.

A sua volta, il presidente della Regione Nello Musumeci: “Al presidente Fava va la convinta solidarietà e la vicinanza del governo regionale. Episodi di intimidazione grave come questo vanno condannati, senza tentennamenti. Evidentemente c’è ancora chi pensa che con le minacce si possa cambiare il corso delle cose”.

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google News.
Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news: http://bit.ly/NewNotizieNews