Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Si stava meglio quando si stava peggio: reporter russa pubblica tweet pro Stalin, prima di essere costretta a chiudere l’account

CONDIVIDI

Se dalle nostre parti c’è chi sostiene Mussolini abbia fatto cose buone (spesso rilanciando leggende metropolitano, quando non vere e proprie bufale), c’è chi da altre parti del mondo sostiene che altri dittatori abbiano fatto cose buone.

E’ il caso di Sameer Khan, avvenente reporter di Russia Today (nota realtà informativa russa, spesso accusata di eccessiva vicinanza al governo), costretta a cancellare il proprio account Twitter dopo un cinguettio quantomeno controverso.

La giornalista, corrispondente da Wahington per RT (e già Miss New Jersey), aveva postato sul noto social network due immagini in cui venivano elencati i pro dei Gulag di Stalin.

Roba tipo “Due settimane di vacanze a casa all’anno”; “Stipendi uguali a quelli dei comuni cittadini”; “Corsi, musica e teatro per i prigionieri”…

Nonostante la donna abbia poi cancellato i post incriminati ed abbia ritratto (parlando di “imprecisione” e scusandosi con coloro i quali si sono sentiti offesi dalle immagini in questione), immediate sono giunte le reazioni di decine di altri utenti, comprese quelle di chi – nei gulag di Stalin – ha perso i propri cari.

A quel punto, la Khan non ha potuto fare altro che chiudere il poprio account.

NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google News.
Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news: http://bit.ly/NewNotizieNews