Home Tempi Postmoderni

Svolta epocale, addio “verde”, gasolio e metano. Arrivano etichette e sigle

CONDIVIDI

Carburanti, arrivano le etichette

Con l’avvento della tecnologia le cose cambiano con grande rapidità. I mutamenti stanno investendo anche il settore dei motori, compresi i carburanti.
A partire da oggi, venerdì 12 ottobre, non troveremo più le classiche scritte “gasolio”, “gpl”, “metano”, “verde”e via discorrendo, ma delle etichette (tonde o quadrate, di diverso di colore) e delle sigle (formate da lettere e numeri).
Una scelta dettata dalla direttiva EN 16942 (che ottempera all’art. 7 della Direttiva DAFI 2014/94/UE sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi), che si pone come obiettivo quello di agevolare la sosta alla stazione di servizio, uniformando la comunicazione a livello europeo. Chiaramente ci vorrà un pò di adattamento, e senz’altro nei primi tempi non mancheranno incomprensioni.

Interessati tutti gli stati dell’UE

Tuttavia, la modifica ha un grande vantaggio: gli automobilisti in viaggio negli altri Paesi dell’Unione Europea non avranno più alcun dubbio sul tipo di rifornimento da effettuare.
I Paesi coinvolti da questo cambio sono tutti i 28 stati membri dell’UE, oltre ai Paesi dello Spazio Economico Europeo (Islanda, Lichtenstein, Norvegia). Ad essere interessati dalla normativa anche Serbia, Macedonia, Svizzera e Turchia.
Per la benzina l’etichetta sarà circolare, mentre per il Diesel quadrata. XTL indicherà il gasolio, CNG il metano per auto.
NewNotizie.it è anche stato selezionato dal nuovo servizio di Google
News. Clicca sul seguente url per non perdere le nostre news: